Vita da Mirti!

"Vita da Mirti" è una idea che ho avuto io, e come sempre accade, con grande entusiasmo l'ho subito comunicata a mia Mamma, la quale con il suo consueto garbo mi ha domandato perchè desiderassi realizzarla, e soprattutto se pensavo che potesse interessare a qualcuno.

Inizio con la risposta alla seconda domanda, andando indietro nel tempo: anni fa, il mondo intero si affacciava sul Web, e ciò che adesso è normale, abituale, non lo era affatto. Oggi è molto facile frequentare un Corso on line, prenotare una vacanza, fare la spesa scegliendo gli articoli da mettere sul carrello virtuale, ma inizialmente fu un vero inferno per tutti.
E così, un giorno mia Mamma ed io abbiamo pensato di fare il suo sito: per fare pubblicità? No

Per dire al mondo che Grazia Mirti studiava Astrologia e procacciare clienti? No

Per mettere le nostre belle figurine!

Le figurine, io le chiamo così e mi sono resa conto, con il tempo, di aver contagiato tutti, sono le immagini astrologiche. Ne colleziono di tutti i tipi, e sono particolarmente fortunata (vedi tu, i casi della vita!) perchè mia Mamma, penso di poterlo dire senza essere considerata presuntuosa, possiede una raccolta iconografica vastissima. Libri piccoli, grandi, vecchi, vecchissimi, alcuni antichi, ricchi di immagini strepitose. Quando li sfogliavo, mi veniva un po' tristezza pensando a chi, con cura e amore, e in tempi in cui la stampa a colori era un lusso concesso a pochi, le aveva raccolte, soddisfatto del suo piccolo tesoro. Un piccolo scanner, di quelli a rotella, che ho ancora adesso, entrò nella mia vita, e incominciai la mia raccolta. Un vero gruzzoletto, che custodisco con estrema cura, e che è stata la base del nostro modo di intendere il Web.

E cosi, Grazia Mirti è sbarcata sul Web: mi emoziono, esattamente come allora, pensando he quando trottola verso la sua scrivania, con la sua immancabile tazza di te', di prima mattina, prestissimo, accende il computer, clicca su un bottone, e vede un arcobaleno di figurine, diverse, a volte strampalate, ma capaci di costituire una vera e propria finestra sul Cielo.
Sono contenta che lei ritrovi pezzetti del passato, cartoline che non ricordava di avere, e pensi: "Ah, che bello"!
E se poi altre persone vedono il nostro Cielo, i nostri video buffi e le nostre figurine divertenti, è bello perchè è una piacevole condivisione.

L'Astrologia è (troppo) spesso considerata esclusivamente come previsione del futuro, una sorta di dono che alcuni possiedono e altri no: per noi non è così. E' una filosofia di vita, un mondo speciale che deve essere vissuto con serenità, senza ossessioni, e soprattutto per il piacere di farlo. Gli Astrologi sono persone normali, che mangiano, bevono, fanno la spesa al supermercato come tutti gli altri. Ho imparato, perché li ho conosciuti di persona, grazie a mia Mamma, che i veri grandi studiosi e interpreti dell'Astrologia sono persone alla mano, semplici, accoglienti con tutti. Non fanno pesare il loro sapere e coltivano una, forse ingenua, missione: quella di trasmettere un messaggio sano e costruttivo, della loro materia.

Casa nostra raccoglie di tutto: oggetti, foto, libri, doni originali che hanno un filo conduttore comune: il Cielo.

Mia Mamma e mio Papà hanno entrambi Giove in Cancro: conservano tutto, dal lampadario del tempo che fu ai giocattoli di legno fatti a mano da mio papà, passando per libri sparsi ovunque, e proseguendo con una magnifica raccolta di "ciapa puer" (parola piemontese che significa "acchiappapolvere").

Ogni tanto a mio Papà viene la sindrome della pulizia, parte in tromba e compra scatoloni di cartone (raffinati, bisogna dirlo) e li riempie. Poi li chiude, e li deposita in garage. Scrive con il pennarello che cosa contengono e poi, piano piano, un giro via l'altro, ritorna tutto al loro posto. Capita, in estate, che lui e mia Mamma facciano dei bei giretti e io casualmente passo di lì, trovo uno scatolone, lo riporto a casa per vedere cosa c'è dentro. E poi, vuoi mica riportare in un garage freddo e umido preziosi cimeli che non valgono nulla ma che hanno diritto come gli altri di stare al calduccio? E così, tutto ritorna esattamente come prima, e si va avanti tra un "non c'è posto!!!!!", a un "che strano, ero sicuro di aver messo nello scatolone questo oggetto, e come mai lo ritrovo qui?"
Mia Mamma è la più contenta, per ogni cosa, pagina, foglio, ha una piccola storia da raccontare, e io faccio la ruota del pavone perchè mi elevo ad archeologa che porta alla luce veri tesori!

Vita da Mirti è nata perchè mi piacciono tanto, mia Mamma e mio Papà: sono simpatici, buffi, e mi ha sempre stupito moltissimo alla Scuola di Astrologia avvertire il timore reverenziale verso mia Mamma. E' formale, si, ma nella vita di ogni giorno, ridiamo, scherziamo, e tira fuori aneddoti e racconti divertenti.

Quando qualcosa va storto, lei serafica afferma, con voce gentile: "La Luna non era favorevole."
Fatto che, lì per lì, fa scatenare in chi lo sente uno stato di rabbia simile a una pentola a pressione che esplode, ma altro non è che la sua fiducia nella vita, nel Cielo, con sano e costruttivo ottimismo.
Mio Papà non studia Astrologia, dove siano Marte e Saturno non gli interessa particolarmente, ma appena trova una chicca astrologica, la porta a mia Mamma. Un esempio? Da qualche anno ha la passione della rilegatura e inizialmente ha frequentato un corso mirato, per 2 anni di fila. Una sera è arrivato a casa, trionfante, dicendo che un suo compagno di classe, riconosciuto il cognome (che è suo,Mirti!) gli ha chiesto se era interessato ad acquistare una copia del Sementosky - Kurilo, che apparteneva non si sa bene a chi ma di cui voleva disfarsi. Il famosissimo testo al suo interno aveva ancora i foglietti stropicciati con i calcoli a mano eseguiti dal proprietario, che aveva anche colorato a mano i Segni Zodiacali.
Naturalmente, subito acquistato, e messo vicino all'altra copia che mia Mamma ha nella biblioteca, così si fanno compagnia!

E cosi, Vita da Mirti, la nostra raccolta di figurine, momenti, oggetti strampalati, aneddoti di vita quotidiana. Per sorridere, ricordare, pensare a quanto è bello il Cielo, e a quanto si impara dalle persone che si incontrano, complice un Transito che può essere di un attimo, o durare una vita!

Salutini stellari,
Elisabetta Mirti