8 Giugno 2019: Giancarlo Ufficiale!

Caro Giancarlo,
è un grande onore averti con noi, quest’anno!
Sei sempre originale nei tuoi studi e nei tuoi interventi, e attendiamo con grande gioia il tuo arrivo e la tua relazione, preparata a 4 mani con Fabrizio Corrias.
Ecco le risposte di Giancarlo ai nostri quesiti stellari:

Come sempre inizio chiedendoti Il tuo biglietto da visita astrologico
Seguo prevalentemente l’astrologia della tradizione, concedendo attenzione anche alla contemporanea, in particolare André Barbault. Sono convinto che sia indispensabile conoscere l’astronomia (perlomeno quella geocentrica), poiché l’astrologo riflette e deduce dai fenomeni astronomici veri, tenendo necessariamente conto delle altre energie che informano l’ambiente terrestre, ivi incluse quelle prodotte direttamente dagli esseri umani.

Come è avvenuto il tuo incontro con Urania? C’è stato un Transito che ha scatenato l’innamoramento verso l’Astrologia?
Nessun transito, ch’io mi sappia. Fui attirato dal fatto che alcuni concetti–chiave della psicoanalisi (quella freudiana) si ritrovassero in una qualche misura anche nell’astrologia. Successivamente l’impatto con la tradizione – che elargisce risposte a quesiti che non reperivo né reperisco oggi nella dottrina contemporanea – non mi ha definitivamente sedotto.

Quest’anno il Tema del Convegno Astrologico Torinese è ‘I Transiti’: di cosa ci parlerai, e soprattutto, come è nata l’idea del tuo intervento?
La tradizione fa poco uso dei transiti, e li impiega prevalentemente dell’astrologia cattolica, però in subordine alle eclissi, alle sizigie e all’ingresso del Sole nei segni tropici. Per questo unitamente all’amico Fabrizio Corrias disquisiremo (si fa per dire) di AstroMeteorologia, mostrando appunto come i transiti – in particolare della Luna – siano utilizzabili proficuamente nel giudizio.

Nella tua esperienze astrologica, c’è stato un Transito che ti ha veramente sorpreso, nei suoi risvolti interpretativi?
No, ed è per questo che ne faccio un uso sporadico, se non all’interno di un Ritorno Solare.

Segui i Transiti giornalieri dei pianeti sulla tua carta del cielo?
Assolutamente no. L’ho fatto per anni, poi alla fine ho abbassato la saracinesca.

Applichi tecniche previsionali per te e/o per i tuoi cari?
Rarissimamente.

Saturno in Capricorno, Urano in Toro, Nettuno in Pesci: in questo scontro fra titani da che parte ti schieri?
Saturno in Capricorno sta al suo apogeo, condizione ritenuta dalla tradizione favorevole, a causa dell’equilibrio luminoso che l’astro assume in tale condizione. Degli altri due non ho esperienza sufficiente per esprimermi.

Un testo che consigli o che stai leggendo?
Sarò banale o prevedibile, però il Commento al I Libro della Tetrabiblos di Giuseppe Bezza è indispensabile. Non che sia di facile lettura, ma attualmente in Italia ci sono almeno tre scuole di astrologia che insegnano in modo divulgativo l’astrologia cosiddetta classica e che alla fine rendono comprensibile il citato testo; in tal modo ci si rende conto della miniera di informazioni e riflessioni che è.

Perché venire a Torino, al nostro Convegno?
Per provare a raccontare la nostra esperienza, talvolta radicalmente diversa dalla superficiale pratica contemporanea.