8 Giugno 2019: Graziano Vagnozzi!

'A un certo punto della mia vita sono stata la migliore pattinatrice del mondo '
Tonya Harding

Un film incredibile, che narra la storia di Tonya Harding, star del pattinaggio, che venne coinvolta nell'aggressione alla sua nemica storica, che minacciava il suo successo, Nancy Kerrigan.Che, in occasione del nostro Convegno Astrologico Torinese, si avvale di un regista stellare: Graziano Vagnozzi!

E' davvero una trama a fosche tinte, ricca di risvolti psicologici plutoniani, misteri nettuniani, colpi di scena uraniani! Di questa folle vicenda ci parlerà Graziano Vagnozzi, che ha preparato una superba ricostruzione astrologica nella sua relazione che si intitola 'American Star'.
Mio caro Graziano Vagnozzi, non c'è bisogno che te lo dica, perchè lo sai, quanto apprezzo il tuo lavoro. Sono convinta che tu possieda un autentico talento astrologico, ed è sempre un piacere averti con noi, perchè trovo che il tuo punto di vista stellare sia sempre originale e ricco di spunti interpretativi. I tuoi lavori sono fatti con cura, emerge (e non avviene così spesso), la tua grande passione della ricerca astrologica, creando in chi ti ascolta (e legge) la sensazione di vivere la vicenda narrata in prima persona.. Chissà se Tonya Harding avesse consultato un Astrologo, forse l'avrebbe messa in guardia da quei passaggi cosi sinistri dei Pianeti, suggerendole la via della moderazione!

Ed ecco cosa ha risposto Graziano alle nostre domande stellari!
Come sempre inizio chiedendoti Il tuo biglietto da visita astrologico.
Sono Vergine Ascendente Sagittario con Luna in Scorpione.

Come è avvenuto il tuo incontro con Urania? C’è stato un Transito che ha scatenato l’innamoramento verso l’Astrologia?
Diciamo che il primo approccio serio e sistematico con la materia risale al ’96, in quel periodo il Nodo aveva appena terminato di passare in rassegna i cinque pianeti di nascita che ho fra Bilancia e Scorpione mentre Plutone era piombato sul mio Ascendente. Il transito più stretto era il trigono di Giove in Capricorno al mio Sole. Lo interpreterei come una valvola di sfogo inevitabile.

Quest’anno il Tema del Convegno Astrologico Torinese è ‘I Transiti’: di cosa ci parlerai, e soprattutto, come è nata l’idea del tuo intervento?
Racconterò l’ascesa e il tramonto di una stella americana, protagonista di uno dei maggiori scandali sportivi che si ricordino. L’idea mi è venuta dopo aver visto lo splendido film “Tonya”, mi sono appassionato a questa anti eroina tutta sbagliata, un frullato di talento, disagio e paillettes.

Nella tua esperienze astrologica, c’è stato un Transito che ti ha veramente sorpreso, nei suoi risvolti interpretativi?
Sicuramente i transiti di più facile interpretazione sono quelli di Venere, Marte, Giove e Saturno. Le sorprese iniziano con gli astri più lenti e remoti, che spesso agiscono con modalità aliene rispetto ai nostri parametri umani, capire il loro ruolo nel gioco dei transiti richiede quindi prudenza preliminare ed una paziente riflessione a posteriori.

Segui i Transiti giornalieri dei pianeti sulla tua carta del cielo?
Santo cielo, per carità! Ricordo che proprio in un’edizione del Convegno Astrologico Torinese mi capitò di conoscere un illustre avvocato che dichiarava di non credere nelle previsioni astrologiche pur essendo cultore della materia (?!), ad un certo punto a cena sfoderò un taccuino dove appuntava minuziosamente tutti i suoi transiti per ogni singolo giorno. Apprezzo la solerzia di chi si imbarca in questo tipo di verifiche quotidiane ma sinceramente mi pare un percorso ansiogeno.

Applichi tecniche previsionali per te e/o per i tuoi cari?
Sì ovvio ma con circospezione. Fatalmente per mettere bene a fuoco qualcosa ci vuole una giusta distanza, quando le cose ci riguardano troppo da vicino quindi può essere più illuminante chiedere un pare esterno.

Saturno in Capricorno, Urano in Toro, Nettuno in Pesci: in questo scontro fra titani da che parte ti schieri?
E chi ha il coraggio di schierarsi per uno o l’altro di questi tre? Non sia mai, questi sono personaggi che non guardano in faccia nessuno! A proposito di faccia però confesso che quando ho iniziato a vedere ovunque il volto della giovane Greta Thumberg è stato inevitabile pensare “Ecco, Urano in Toro si è presentato come comanda Iddio”.

Un testo che consigli o che stai leggendo?
La recente scomparsa di Gabriele La Porta, personaggio mitico della televisione notturna, mi ha spinto a rispolverare il testo di Thomas Moore -Pianeti Interiori, l’astrologia psicologica di Marsilio Ficino- acquistato dieci anni or sono proprio per via di una serie di trasmissioni che La Porta dedicò al commento di questo testo. Del resto ogni libro acquistato è una promessa, anche se lo abbandoniamo da una parte, presi da altri letture, arriva prima o poi il giorno che lo riprendiamo in mano e sentiamo che è arrivato il suo momento.

Perché venire a Torino, al nostro Convegno?
Perché in anni che partecipo a questo evento mai mi è capitato di tornare a casa senza aver sentito qualcosa che mi ha incuriosito, stimolato a fare verifiche, spinto a volerne sapere di più!

Vi ricordo che per partecipare al Convegno Astrologico Torinese, quest'anno dedicato ai Transiti, potete scriverci ad Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.