I Gradi Sabiani, il 28 Marzo 2020!

Vi sono dei casi nei quali l’interpretazione astrologica, per quanto raffinata e dotata del supporto di una vasta esperienza, non giunge a comprendere alcuni risvolti dell’indole della persona esaminata, del suo destino, delle direttrici fondamentali della vita. Chi ama l’Astrologia è sempre alla ricerca di nuove suggestioni interpretative, di nuovi cammini stimolanti, che diano riscontri precisi.
E’ ciò che mi è accaduto con i Gradi Sabiani. Una studiosa romana di Astrologia, mi chiese anni fa di aiutarla ad analizzare le Carte del Cielo di sua madre e della sua gemella, nate a soli 5’ di distanza, ma dal destino profondamente differente. Armoniosa, serena e positiva l’indole materna, difficile e aggressiva quella della sorella gemella, rimasta nubile. Poiché non vi erano differenze rimarchevoli nella posizione dell’Ascendente ne’ nelle composizioni delle differenti case, l’unica spiegazione plausibile mi venne dall’analizzare la simbologia dei Gradi Sabiani.
La prima signora recava come simbolo dell’Ascendente un giardino fiorito, la seconda un’immagine aggressiva, con il coltello tra i denti.
Proprio questo caso, assai chiaro e preciso, mi spinse a volerne sapere di più. Da molto tempo nella mia biblioteca vi erano testi in proposito, desidero citare, anche a scopo bibliografico, tra gli altri, quelli di André L’Eclair, di Marc Edmund Jones, di Dane Rudhyar, dello svizzero Hitschler. Ma la mia attenzione in questa analisi si è soffermata in modo particolare sul lavoro della francese Janduz, pseudonimo di Jeanne Duzéa, che si occupò di Astrologia a partire dal 1916 e pubblicò questa sua opera matura nel 1939. Da allora essa ha continuato ad essere ristampata ed è tuttora reperibile nelle librerie francesi e parigine specializzate, per i tipi della casa editrice Niclaus-Bussière. Le illustrazioni sono state eseguite da Claude Lhuer, il cui sesso femminile viene ribadito dalla Janduz, femminista del suo tempo.

Nell’introduzione al volume, che ha la particolarità di essere opportunamente illustrato, con ben 360 differenti raffigurazioni, l’autrice pone in risalto il contributo che ha tratto dall’opera dell’inglese Robert Fludd, il celebre occultista vissuto a cavallo tra il XVI e XVII secolo. Ella gli attribuisce la tradizionale classificazione dei Gradi. Si tratta comunque sempre di attribuzioni simboliche, che secondo la nostra autrice vanno collegate sia alla posizione dell’Ascendente, sia a quella del pianeta dominante il tema, tenendo presente che possono esservi fluttuazioni legate ai primi (frazioni dei gradi), specie se la posizione dei primi supera i 30’. Allora bisognerà guardare anche al grado successivo.
In proposito desidero osservare che la collocazione e l’immagine del Grado Sabiano può essere utilissima per quanto riguarda la rettifica dell’ora di nascita, per esclusione, vale a dire eliminando quelle inadatte.
Ho testato sul campo, attraverso le consultazioni, questa tecnica, che mi ha dato veramente grandi soddisfazioni, ed è per questo che ho deciso di dedicarle un Seminario, che si sarebbe dovuto tenere ad Arosio. Per cause di forza maggiore, non ci potremo vedere di persona, ma sarà on line.

Sabato 28 Marzo 2020, dalle 15 alle 18, ci dedicheremo ai Gradi Sabiani.
Il lavoro che vi presenterò, miei cari Amici delle Stelle, è articolato nel modo seguente:
Ci dedicheremo inizialmente a Frances Yates, e al magnifico Teatro della Memoria, terreno fertile per i collegamenti con i Gradi Sabiani, studiati da molteplici autori del passato, di cui ho preparato una galleria, per ricordare il loro grande lavoro, al tempo in cui le ricerche non potevano godere di banche dati e dei mondi uraniani (Internet, prima di tutto!), per acquisire informazioni bibliografiche e spunti interpretativi. Successivamente ho impostato alcune analisi, dapprima attraverso Janduz, con opportuni esempi interpretativi. Successivamente parleremo di André L’Eclair. Non era in programma, ma come sempre accade, ci sono segnali inattesi che ci arrivano nei momenti più impensati: mentre stavo preparando il testo per il Seminario, da un cassetto dei ricordi, in modo del tutto casuale ma non troppo, è spuntato il bellissimo, ed oggi introvabile testo di L’Eclair sui 360 Gradi dello Zodiaco. Mi sono commossa, devo confidarvelo, miei cari Amici, nel vedere il testo ciclostilato, redatto con cura da questo autore che ho avuto il privilegio di conoscere di persona, molti anni fa. Ho pensato che il buon André avesse fatto capolino perché voleva dare il suo contributo all’argomento che tratterò. E quindi ho voluto dedicargli uno spazio, e durante il seminario confronteremo l’interpretazione di Janduz e di L’Eclair, tra punti di incontro, differenze, metodologie.
Infine, ci dedicheremo all’antico e super illustrato Astrolabium Planun, e alle sue immagini meravigliose, con numerosi esempi di applicazione semplificata.

Il mio Giove in Cancro ha voluto dare il meglio di sé, preparando un vero e proprio volume (l’appetito astrologico vien mangiando!) che accompagnerà il seminario on line.
Diversi di voi mi hanno scritto per domandarmi se il nostro incontro è per addetti ai lavori o anche per chi studia da pochi mesi l’Astrologia: a conclusione del testo posso dirvi che si tratta di una tecnica applicabile anche da parte dei neofiti, di facile comprensione, che naturalmente richiede, come tutte le cose che catturano la nostra attenzione, una parte sperimentale pratica vivace. Lo scopo del nostro incontro è fornirvi gli strumenti per poter sperimentare questa tecnica molto antica, degna di accompagnare il kit dell’Astrologo, nelle sue molteplici sfaccettature interpretative.

Il costo del seminario, comprensivo del volume di oltre 100 pagine (che verrà spedito non appena ci sarà possibile!) e del nostro incontro on line è di 30 euro.
Se desiderate partecipare, potete scriverci e potremo formalizzare la vostra iscrizione.

Un saluto stellare,
Grazia Mirti


Sabato 28Marzo 2020 dalle 15 alle 18
I Gradi Sabiani secondo Janduz, L’Eclair e altri Autori, strumento esoterico di decifrazione della carta del cielo
Costo: 30 euro comprensivo del Seminario on line e del volume didattico, spedito per piego di libro raccomandato.
Per informazioni e iscrizioni: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.