I Transiti a 360°

figura6.jpgfigura6.jpgIn quale momento funziona il Transito di un Pianeta?
Sembrerebbe una domanda cui è facile dare una risposta, ma in realtà non è cosi.
Accade infatti che alcune persone risentano del Transito prima che esso si verifichi, alcune durante il Transito medesimo, altre ancora successivamente. Non si può stabilire una regola rigida generale. L’esperienza insegna che in genere più il Pianeta è veloce, più i Transiti sono immediati e subitanei. Un passaggio della Luna sul nostro Saturno natale è subito registrabile, un passaggio di Urano sul Sole va attentamente analizzato considerando anche gli altri Pianeti presenti in Cielo in quel momento. Di qui scaturisce un’altra importante conseguenza: un Transito determinante della nostra vita non può mai essere attribuito ad un solo corpo celeste in particolare, ma è frutto di un’alchimia, di una serie di Transiti che tutti insieme creano i presupposti per un accadimento.

Prova ne sia che su alcune persone il passaggio di certi Pianeti è luttuoso, su altre dà effetti differenti.
Seguo da molti anni una regola precisa: considero essenzialmente i Transiti più significativi, senza perdermi in Aspetti minori che a mio parere creano una certa confusione e bizantinismo interpretativo. Evito di calcolare Settili, Novili e Aspetti cosi pignoleschi. Tengo conto di Congiunzioni, Opposizioni, Trigoni, Quadrati, Sestili, di quei Transiti che possono davvero esprimere un segnale preciso della nostra vita. Applico le regole tradizionali per quanto riguarda i gradi di orbita. Per l’Opposizione: intendo che due Segni siano tra loro opposti, per il Trigono che siano nella triplicità per Elemento. Esempio: se ho il Sole a 27° Leone considero l’influenza di Marte sul medesimo quando si sposta in Vergine, e il Trigono quando Marte è a fine Ariete e a fine Sagittario, ma non nei Segni successivi.
Ciascun Astrologo applica le sue regole, le sue orbite, i frutti della sua esperienza. Ma con il trascorrere del tempo divento sempre meno pignola, sempre più possibilista, circa gli effetti dei Transiti. Li considero come un insieme sempre in movimento, nell’ambito del quale non è la minuzia che conta, ma l’insieme delle vibrazioni dei Pianeti. Esiste una regola di relatività astrologica: ciascuno di noi riceve dai Transiti quegli stimoli che sono già inclusi nella Carta del Cielo redatta alla nascita. Non sarà il Transito a determinare eventi che essa non contenga… diceva Lisa Morpurgo: ‘E’ inutile aspettarsi miracoli da Giove, se Giove è in cattiva posizione alla nascita…’. Lo stesso si può dire di tutti gli altri corpi celesti. La filosofia interpretativa deve staccarsi dal singolo significato letto su un libro, verificato in precedenza, semplicemente intuito, per tenere conto delle armonie e disarmonie natali collegandole con quelle del momento contingente che viene preso in considerazione.
Scrive Georges Antarés che una persona è affacciata al terrazzo della sua casa, nel centro della città, e osserva il via vai dei passanti nella strada sottostante. Chi va, chi viene…ma uno solo attraversa la piazza e si dirige speditamente verso la sua casa, suona al suo campanello, e va a trovarla. Quello, dice l’autore francese, è il nostro Transito. Tutti gli altri possono non riguardarci, lasciarci indifferenti….
Il nostro discorso sui Transiti inizia di qui, dall’osservazione attenta della nostra Carta del Cielo alla nascita e nel resto della vita. Gli Astrologi di fine ‘800 attribuivano così grande importanza ai Transiti che modificavano l’ora di nascita in base ai differenti eventi della vita, dopo avere consultato i Transiti. Azione che disapprovo sinceramente, considerando che l’Astrologia non è matematicamente perfetta, viste le ragioni già esaminate prima.
E’ un po’ la questione dibattuta tra due celebri personaggi: Leibnitz e Newton. Il primo affermava che un meccanismo per funzionare deve essere perfetto. Newton diceva invece che deve essere imperfetto. Sto dalla parte di Newton, di sicuro!

Per approfondire:
I Transiti a 360°
A cura di Grazia Mirti
Euro 20 (comprensivi delle spese di spedizione)

Argomenti trattati all’interno del Volume:
Concetto di Transito e regole generali.
I Transiti in Prima Casa.
I Transiti in Seconda Casa.
I Transiti in Terza Casa.
I Transiti in Quarta Casa.
I Transiti in Quinta Casa.
I Transiti in Sesta Casa.
I Transiti in Settima Casa.
I Transiti in Ottava Casa.
I Transiti in Nona Casa.
I Transiti in Decima Casa.
I Transiti in Undicesima Casa.
I Transiti in Dodicesima Casa.
Il Cammino dei Pianeti attraverso i Transiti.