Anna Gattai: La pratica astrologico-erboristica di Nicholas Culpeper

 

1Atti2014.jpgEcco a voi il meraviglioso studio di Anna Gattai, presentato in occasione del Convegno sul Corpo, Edizione 2014.
La vita: Quella di Nicholas Culpeper fu una vita breve e anche segnata da tragedie personali.
Il padre, il Reverendo Nicholas Culpeper, morì tredici giorni prima della sua nascita, che avvenne il 18 Ottobre 1616 secondo il calendario Giuliano. (l’Inghilterra adotterà il Calendario Gregoriano il 3 Settembre 1782).

Amori senza frontiere!

Quando si parla di amori senza frontiere, si pensa a persone che si vogliono bene benché siano nate in paesi diversi, molto lontani l’uno dall’altro. Normalmente non avrebbero dovuto incontrarsi, conoscersi, frequentarsi, avere relazioni d’amicizia, d’affari, anche senza parlare di amarsi.
Il giorno del mio matrimonio, quarantatré anni fa, il mio cognato italiano voleva presentare il solito speech in occasione del banchetto di nozze, ed essendo molto avaro di parole, soprattutto in francese, disse d’emblée: questa non è un’unione di razze ma un’unione di sentimenti.
L’idea era ben trovata perché aveva toccato l’anima della relazione: l’anima sentimentale.
Ormai da tempo sono qui l’unica ospite straniera a causa di una spontanea vicinanza di cuore e d’interesse con il vostro gruppo, incontrato la prima volta al Congresso di Cannes nel lontano 1985, e in particolare per il vincolo di amicizia speciale con Grazia Mirti. Oggi indagheremo sul “perché e sul come funzione la sinastria”, usando un metodo del tutto speciale, ma facilissimo, senza calcoli e di pura osservazione: il grado partile.

La Casa dei genitori: dalla Bilancia ai Pesci!

Nella Bilancia: Non avremo qui tanti pensieri per la vecchiaia… quanto per la giovinezza! Infatti, una lenta ma continua trasformazione accompagna l’evoluzione di questo individuo. Non ci sono, quindi, problemi, timori e blocchi come un peso o un’imposizione, bensì come un legame da lui stesso desiderato; non fa, perciò, fatica a sacrificarsi pur di fare felici le persone che ama.
Il possesso di una casa diviene un vero desiderio solo quando viene appagata la sua aspirazione di sentire intorno a sé un’atmosfera serena.

La Casa dei genitori: dall'Ariete alla Vergine!

Albero 250.jpgLa Quarta Casa, o ‘Domus Parentum’, simboleggia la parte tradizionale presente in ciascuno di noi e, in particolare i vincoli che ci legano ai genitori.
In Ariete: Ecco una natura capace di impostare nel modo più adatto i rapporti con i genitori e di dare, fin da giovane, la giusta importanza alle tradizioni: non nega che esse abbiano un grande valore, ma non ne diventa nemmeno la vittima. Giudica le cose in modo staccato e realistico, cioè senza lasciarsi influenzare né frenare da quei ‘blocchi’ interiori che spesso appesantiscono l’individuo. Un carattere indipendente, quindi, che inserisce nella propria vita solo le persone e gli avvenimenti che lo riguardano da vicino.