Agenda Astrologica 2015!

Zodiaco315.jpgCari Amici,
la constatazione della velocità del Tempo emerge con forza da questo ormai irrinunciabile appuntamento annuale, che ci unisce virtualmente nell’attesa di qualcosa di bello e di nuovo che auspichiamo possa attenderci dietro l’angolo.
L’Astrologia serve anche e soprattutto a questo: a scrutare in alto alla ricerca di stelle amiche e a osservare le prospettive individuali e collettive, nel gioco delle parti: mutevole, intrigante, spesso sorprendente.
Gioiscono i nati in Scorpione e Toro per la fine della purga saturnina, si consolida il potere del Capricorno grazie alle ruvide attenzioni di Plutone, un po’ destabilizzanti per il Cancro.
Le sorprese sono sempre in agguato per gli Ariete che ospitano Urano e i Bilancia e ne subiscono le mosse a tradimento… Sagittario e Gemelli entrano nel circolo di Saturno, utile a farli maturare,

Agenda Astrologica 2014

Agenda 2014.jpgCari Amici,
dedicarmi a scrivere i testi per questa Agenda mi piace e mi emoziona.
E’ un lavoro in équipe che inizia sempre con la preparazione delle Effemeridi a cura del mitico Piercarlo Caratti, prosegue con la complessa impaginazione e la scrittura delle previsioni mensili da parte di Elisabetta Mirti e si conclude con la preparazione dei grafici zodiacali e la scrittura dei commenti settimanali finanziari (ma non troppo) da parte mia. Un percorso che dura l’intero nuovo anno e ci consente di osservare in anteprima nel dettaglio i movimenti dei pianeti: mese per mese, giorno per giorno. Un viaggio stellare anticipato che ci ha consentito di osservare le danze di Marte in Bilancia per mesi e mesi, lo spostamento del Nodo Lunare dallo Scorpione alla Bilancia, di Lilith dal Cancro al Leone a partire da marzo, di Giove nello stesso percorso da luglio, di Saturno, che raggiungerà il Sagittario proprio a fine anno 2014. Il 1° gennaio ci attende il primo novilunio di una serie di 13 (l’anno delle 13 lune…): come sempre il Cielo desta in noi la meraviglia di percorsi sempre ripetuti, mai uguali… per riprodurre lo stesso cielo ci vogliono centinaia di migliaia di anni, anche se paragoni e confronti sono sempre leciti e istruttivi.