Il Glifo della Vergine

GlifoVergine.jpgIl glifo della Vergine rappresenta una lettera M tracciata in una grafia simile al gotico: dall’ultima gamba parte un tratto diagonale che volge indietro verso il basso. Si tratta della stilizzazione dell’ideogramma della vergine alata. Molti sono i significati della lettera M in connessione a questo simbolo zodiacale. Alcuni autori fanno riferimento alla lettera runica MADR.

Il Glifo del Leone

GlifoLeone.jpgIl Glifo del Leone rappresenta la stilizzazione vera e propria della coda dell'animale. Questo simbolo grafico appare già nello Zodiaco egiziano di Hermes. Senard considera la parola Anima come significante di 'soffio di vita', spirito. Animale è un aggettivo neutro che esprime 'ciò che ha vita' e quindi, in questo senso, l'uomo è il primo animale, il vero re in quanto ha una vita tripla: corpo, anima, spirito.

Il Glifo del Cancro

GlifoCancro.jpgIl Glifo del Cancro è la trascrizione ideografica del processo di gestazione che prepara la nascita: due piccoli cerchi con un'appendice curva, disposti uno sopra l'altro con le teste sovrapposte. Ricordano l'immagine di due germi vitali che ruotano l'uno accanto all'altro e simboleggiano lo spermatozoo, l'uovo, l'atomo o la nebulosa.
Ma il Glifo ci ricorda il Granchio che tenero e molle nella sua corazza occhieggia guardingo sul mondo esterno e la grande alternativa orientale tra Yin e Yan, il giorno e la notte, sintesi della vita.

Il Glifo dei Gemelli

GlifoGemelli.jpgQuesto Segno è graficamente individuato da un glifo che ricorda il numero 2 in caratteri romani. Nel mondo spartano i gemelli celesti venivano indicati con due travi parallele unite da una trave trasversale detta dokana. Secondo altre interpretazioni i due segmenti verticali si identificano con il tempo e lo spazio.