Il Glifo della Bilancia

GlifoBilancia.jpgIl glifo della Bilancia è composto da due linee orizzontali, dove la superiore contiene nel centro un piccolo semicerchio. Questo ideogramma è molto simile al geroglifico egizio dell’equilibrio. Il simbolo della Bilancia realizza l’unione delle menti, allo scopo di realizzare il doppio, il due, nel segno dello hyeros gamos, dell’agape, dell’amore.

Il Glifo della Vergine

GlifoVergine.jpgIl glifo della Vergine rappresenta una lettera M tracciata in una grafia simile al gotico: dall’ultima gamba parte un tratto diagonale che volge indietro verso il basso. Si tratta della stilizzazione dell’ideogramma della vergine alata. Molti sono i significati della lettera M in connessione a questo simbolo zodiacale. Alcuni autori fanno riferimento alla lettera runica MADR.

Il Glifo del Leone

GlifoLeone.jpgIl Glifo del Leone rappresenta la stilizzazione vera e propria della coda dell'animale. Questo simbolo grafico appare già nello Zodiaco egiziano di Hermes. Senard considera la parola Anima come significante di 'soffio di vita', spirito. Animale è un aggettivo neutro che esprime 'ciò che ha vita' e quindi, in questo senso, l'uomo è il primo animale, il vero re in quanto ha una vita tripla: corpo, anima, spirito.

Il Glifo del Cancro

GlifoCancro.jpgIl Glifo del Cancro è la trascrizione ideografica del processo di gestazione che prepara la nascita: due piccoli cerchi con un'appendice curva, disposti uno sopra l'altro con le teste sovrapposte. Ricordano l'immagine di due germi vitali che ruotano l'uno accanto all'altro e simboleggiano lo spermatozoo, l'uovo, l'atomo o la nebulosa.
Ma il Glifo ci ricorda il Granchio che tenero e molle nella sua corazza occhieggia guardingo sul mondo esterno e la grande alternativa orientale tra Yin e Yan, il giorno e la notte, sintesi della vita.