Pillole d'Amore: Pesci!

Pesci 013.jpgNon esiste segno più irrimediabilmente romantico di questo, più adatto a vivere il sentimento con uno stile totalmente differente da tutti gli altri, con un senso universale del tempo che passa.
Si dice in Astrologia che i Pesci fuggano, ma tornino sempre, il problema sta nel non sapere come e quando ciò accadrà, dato che essi hanno una concezione della vita nettuniana, tendente ad uscire dalla realtà di tutti gli altri segni organizzati e metodici.
Così sogno e illusione si uniscono e si confondono e si creano storie d'amore indimenticabili, fuori da ogni altro schema. Il tempo diviene una entità relativa, gli incontri sono vissuti in un ambiente soffice e protettivo, al riparo da tutto il resto.
Non è facile prendere decisioni importanti per questo segno. I Pesci preferiscono crogiolarsi nel dubbio, in più di un legame, in attesa di sentirsi veramente sicuri. Vivono drammaticamente le loro storie.
Sono a loro agio con il Cancro uterino o con lo Scorpione seduttore. Amano perdutamente la Vergine.
Non assillarli con il calendario o l'orologio, vivere di sentimento e molto istinto, senza troppi pensieri, ragionare di qualsiasi argomento meno che di quelli utili… danno l'idea che possiate essere il partner giusto. Li catturerete con la forza della dolcezza.

 

I Pesci e Plutone in Capricorno

Pesci 90.jpgPer i nati in Pesci si tratta dell’undicesimo Segno. Alleanze obbligate si prospettano all’orizzonte. Non più assistenza come regola di vita, ma un do ut des capace di responsabilizzare i deboli e vittime, aiutati con parsimonia. I nati nel Segno colgono la necessità di non stare da soli, di alimentare sodalizi, di assicurarsi un’indipendenza finanziaria, dimenticando il tranquillo consumismo del passato. Si passa da una società assistenziale ad una società che non può accollarsi i deboli soprattutto se questi si rivelano profittatori. Là dove Plutone in Sagittario favoriva i grandi esodi, Plutone in Capricorno è indagatore, osservatore, selezionatore. Vino, olio, miele, rappresentano ciò che resta della primavera bucolica dell’umanità. Mistificarne provenienza e comportamenti sarà pi difficile, si va verso una nuova chiarezza. Il problema universale dei rifiuti sarà gradualmente regolamentato, fino al dissolvimento che Plutone e Nettuno raggiungeranno duettando in Cielo! Rispettare la natura non sarà più una prova di libera scelta: sarà semplicemente indispensabile. Plutone mi fa ben sperare circa l’acqua, frenerà il surriscaldamento del Pianeta, ma non saprà frenare effetti geologici inattesi, forse incoraggiati dai tanti abusi perpetrati.

Immagine: Litografie dei 12 Segni Zodiacali, Salvador Dalì, 1967

I Pesci nel 2015: Nebbioline nettuniane ricche di intuito!

Pesci109.jpgMolto intenso l’inizio del 2015: Marte giunge nel dodicesimo segno il 12 gennaio e ci rimane fino agli ultimi giorni di febbraio, attirando l’attenzione sui Pesciolini per molteplici ragioni, non solo individuali, ma anche simboliche. I Pesci rappresentano anche il ceto più sofferente della popolazione e per antonomasia le sinistre in politica. Potremo quindi assistere a duri scambi tra coloro che si arrogano il diritto di rappresentare le classi sociali più disagiate… destabilizzate anche dall’instabilità finanziaria dovuta a Urano in Ariete da tempo, noto distruttore di economie (l’ultimo passaggio in Ariete avvenne nel 1929…).

Interpretazione Esoterica dei 12 Segni: i Pesci

Pesci014.jpgDopo il lavacro operato a cura dell’Acquario, dovuto alla piena fecondatrice del Nilo, le acque si immobilizzano dopo aver allagato il terreno. E’ la ricomposizione dell’abisso primordiale o Nun, l’elemento caotico dalle potenzialità infinite che sta alla base di ogni genesi creativa.
Vi è la corrispondenza con la Quaresima e la ricorrenza delle Ceneri: bisogno di ardere, incenerire le scorie affinchè l’energia naturale possa rinascere dalle proprie ceneri.
Il Pesce rappresenta l’era precessionale omonima, la nascita di Cristo e i Cristiani che nuotano nell’acqua che contiene la vita. Le tentazioni del deserto corrispondono alle tentazioni del Segno. Nel Libro Egizio dei Morti i due pesci trascinano la barca dei morti, così come nel Cristianesimo l’acqua di vita è salvatrice.