Avventure Saturnine!

Capricorno44.jpgIl Segno dell’ambizione, della perfezione, della calma, non si spreca in facili avventure senza sprint né utilità pratica. Può provare il desiderio del rischio, ma lo fa solo a ragion veduta, anche se gli altri lo giudicano un po’ troppo disinvolto e forse incapace di valutare i pro e i contro. Tutto, nella sua testa pianificata, è programmato da tempo, ogni cosa al suo posto, anche il rischio incasellato nel modo migliore. Vi sono esperienze che il Capricorno si concede solo tardi nella vita, perché consapevole di avere finalmente il controllo di sé.

Il Capricorno e la Casa

Capricorno77.jpgSi dice che sia affetto proprio dal male del mattone. Desidera, cioè, possedere una casa tutta sua, anche modesta, che lascerà solo quando le strade della professione gli porteranno successo e soddisfazioni. L’ideale per il Capricorno è contare su una casa di famiglia, magari dei nonni, con travi a vista, materassi in foglie di granoturco, mezze tende alle finestre.

Fantasie Saturnine

capricorno171.jpgChe cos'è la fantasia? Ecco un test cui sottoporre un Capricorno, attendendosi risposte poco piacevoli... potrà dire che si tratta di un'illusione, di una perdita di tempo, di una follia, di un rifugio per gente che ha tempo da sprecare... in realtà la fantasia e la creatività sono esercitate da ciascun segno secondo schemi originali. In questo caso la fantasia non è esercizio inutile della mente, ma elaborazione pratica intelligente di ciascuna situazione.

Il Capricorno & il Tempo

Capricorno63.jpgRacconta l’antica leggenda del mito greco che Saturno, figlio di Urano, insegna agli uomini il concetto del tempo e della misura del medesimo. Saturno è considerato in Astrologia l’orologio cosmico, nel senso che con il suo percorso di trent’anni circa sull’intero Zodiaco scandisce i ritmi della vita di ogni persona. Si tratta in realtà di una generazione, che nasce, cresce, evolve, raggiunge la sua maturità psicofisica. Trent’anni infatti il tempo necessario affinchè Saturno possa ritornare esattamente nel punto in cui si trovava al momento della nascita di una persona.