La Donna Bilancia e il magico numero 7!

Il 180° grado dello Zodiaco è il suo punto medio. Rapporto di equilibrio tra due alternanze, opposizione dei contrari o associazione dei complementari, è l’asta della Bilancia. La Bilancia è simbolo di giustizia, misura, prudenza, equilibrio.
Simbolo d’ordine, per i Greci era rappresentata da colei che governa equamente il mondo: Themi, figlia di Urano, il cielo, e di Gaia, la terra. Nella tradizione ermetica e nell’alchimia la Bilancia è emblematica dell’equilibrio fra il cielo e la terra, fra l’universo materiale e corporeo e quello spirituale.
Nel simbolismo stagionale la Bilancia è legata all’autunno: gli ultimi frutti maturi si staccano dagli alberi, le forme esterne e i valori obiettivi cedono il posto alla vita interiore.

La materia è arrivata al termine della sua realizzazione e comincia il processo inverso. I giorni si accorciano, e anche questa rottura graduale dell’equilibrio giorno – notte in favore dell’oscurità corrisponde al crescere della vita spirituale che accompagna il declino della materia.
L’esoterismo islamico applica gli stessi concetti e la bilancia delle lettere stabilisce lo stesso rapporto fra le lettere e le parole che queste compongono, che fra i nomi e la natura essenziale delle cose nominate.
Questo punto di equilibrio delle forze, passaggio del Sole dall’Emisfero Nord all’Emisfero Sud, dall’autunno alla primavera, è un punto centrale nel quale si neutralizzano le forze contrarie. Da quest’equilibrio nasce un mondo di misura, di mezze tinte. Un mondo aereo di sottigliezza.
La Bilancia è il settimo segno dello Zodiaco, legato al simbolismo del numero 7: i giorni della settimana, i pianeti, i gradi celesti, i petali della rosa, i rami dell’albero cosmico. Il sette era per gli Egiziani simbolo di vita eterna; il sette è il cambiamento positivo dopo un ciclo compiuto. Il sette appare in numerose leggende e tradizioni greche; le sette Esperidi, le sette porte di Tebe, i sette figli e le sette figlie di Niobe, le sette corde della lira. Il mondo è stato creato in sette giorni; il settimo, giorno santo, non è riposo ma compimento nella perfezione.
La Bilancia è sotto la tutela di Venere – Afrodite, ordinatrice celeste dell’amore, della bellezza e della giustizia. Venere attrazione istintiva, sentimento, amore, simpatia, armonia e dolcezza; Venere, pianeta dell’arte e dell’accuratezza sensoriale, del piacere e del diletto.
Secondo segno d’Aria, elemento che simboleggia l’adattabilità, la diplomazia, il senso critico, la Bilancia ospita Venere e X – Proserpina, gli stessi due pianeti del Toro. Ma ciò che la differenzia da quest’ultimo è Saturno, che in Bilancia è esaltato. Gli attributi tipici di Saturno sono razionalità, distacco, freddezza, rigore, calcolo. Caratteristiche mai a sufficienza sottolineate a proposito della Bilancia, che troppo spesso viene descritta come dolce, delicata e sentimentale, qualità che anche possiede, ma a cui fa da sfondo quel censore, quel giudice inesorabile che è Saturno. Il criterio selettivo, il bisogno di vagliare gli aspetti positivi e negativi, di separare il giusto dall’ingiusto, costituiscono l’aspetto severo e inflessibile di questo Segno. L’oscillazione della Bilancia rende visivamente l’idea della valutazione, del controllo a cui Saturno sottopone ogni cosa.
Venere – sensibilità, amore per le cose belle, senso estetico, dà ai nativi del segno quel gusto sicuro e raffinato che li porta ad operare la scelta migliore. La scelte è, infatti, l’emblema di questo segno.
Contrapposto al segno dell’Ariete che si butta temerariamente nelle iniziative, la Bilancia esita, misura, soppesa prima di scegliere. L’avversione che i nati sotto questo segno provano nei confronti delle tensioni e delle lotte li porta alla costante ricerca di un equilibrio interno, alla mediazione fra le opposte tendenze; hanno bisogno, per esprimersi, di un’atmosfera di armonia, di quiete.
Venere – seduzione sottolinea, inoltre, il bisogno di piacere, di compiacere, di rispondere alle richieste altrui. Tuttavia il loro adeguarsi è solo una concessione superficiale che non intacca la loro natura. In effetti non smettono mai di vagliare, di soppesare la personalità dell’altro, di esaminarlo accuratamente. All’esame non sfuggono nemmeno loro stessi: l’introspezione è una componente importante per i nati sotto il segno della Bilancia; Saturno – Super-io li costringe a un costante dialogo con se stessi.
Formalisti, perfezionisti, meticolosi, qualche volta un po’ snob, tendono a fare di tutto una questione di estetica. Giusti e misurati, lasciano in genere grande spazio agli altri. La razionale, critica e misurata Bilancia esclude il colpo di fulmine o la passione cieca: l’amore è una conquista, una costruzione che va perfezionata e analizzata, i cui sviluppi vanno seguiti pazientemente.
DonnalunaBilancia.jpgDi temperamento nervoso, la loro spesso delicata apparenza, la loro grazia naturale denotano una sensibilità acuta. Sentono istintivamente, ancora prima di capire razionalmente, l’ambiente che li circonda. Socievoli, comunicativi, si inseriscono facilmente nei nuovi ambienti, stabilendo in fretta quell’atmosfera di scambi che è loro congeniale. Dal contatto con gli altri traggono infatti sicurezza e conferma. Desiderano suscitare simpatia e in genere ci riescono.
I nati sotto il Segno della Bilancia filtrano le loro esperienze attraverso i sentimenti: vivere coincide spesso con amare. La loro intelligenza fortemente umana li fa giusti, imparziali, tolleranti. Dotati in genere di una buona salute, hanno però un delicato equilibrio nervoso: un ambiente armonioso, in cui regni la calma e la simpatia è spesso la migliore cura dei loro mali. La donna con la Luna in questo segno possiede una femminilità fredda e asciutta che concede poco alla tenerezza e all’emotività. La sua sensibilità, pur grande, è controllata e legata a valori estetici. La fantasia e l’immaginazione risultano imbrigliate dal rigore razionale e si manifestano in maniera equilibrata. ‘Tutte le intuizioni sono basate sui fatti, benché sul momento non li si riconosca come tali’ fa affermare a Miss Marple Agatha Christie. La scrittrice, Luna in Bilancia, è calma, sofisticata, tutta protesa verso il raggiungimento di una armonia interiore ed esteriore che la rende selettiva e al tempo stesso conciliante. Raffinata, formale e fredda, è spinta dall’inquietudine alla ricerca perfezionista del meglio. La sua creatività è attratta dalla poesia, dalla pittura, dalla scultura, da tutto ciò che meglio esprime bellezza.
Critica e condiscendente, austera e misurata, è la donna dalle mezze tinte, dai colori sfumati ed autunnali, dalla personalità complessa e ricercata. La prudenza e l’autocontrollo la inducono ad un’esistenza rigorosamente organizzata: detesta l’improvvisazione e il pressapochismo.
Difficile e insoddisfatta, l’equilibrio interiore, la serenità della donna – Luna – Bilancia spesso scaturiscono da una buona relazione affettiva. L’amore ha infatti una grande importanza nella sua vita. Non riesce a vivere senza comunicare, senza una relazione sentimentale che la soddisfi. E' in genere una compagna rassicurante, fedele e ricca di fascino. La donna – Luna – Bilancia ricorda l’infanzia come un’età serena, piena di quiete. E’ stata una bambina tranquilla, riflessiva, che detestava i giochi chiassosi e violenti e rifuggiva le compagnie scatenate. Con un blocco da disegno e alcune matite colorate passava ore intere ad inventare forme e oggetti graziosi.
I rapporti della donna – Luna – Bilancia con la madre sono stati formalmente perfetti ma ambivalenti: da una parte l’ha vissuta come un personaggio dolce e rassicurante, dall’altra conserva l’immagine di un giudice severo, pronto a disapprovare, fonte di grosse inquietudini.
L’esasperante presenza di Saturno – potere in questo segno rende alla donna – Luna – Bilancia problematici anche i rapporti con le altre donne. Se da un lato tende alla tolleranza, a vedere di buon occhio lo spazio che le donne reclamano per sé, dall’altro il suo legalitarismo ne fa un’alleata del potere maschile. Tuttavia, è di solito il suo profondo senso di giustizia a prevalere e ad indurla a battersi, con moderazione, al fianco delle altre donne. E’ una madre seria e meticolosa, una buona madre ma al tempo stesso affettuosa e severa, sensibile e protettiva.

Donnalunastrologia 7, Bilancia, dalla parte delle donne, Edizioni dalla parte delle Bambine, 1980