Arte&Zodiaco: la Bilancia

Bilancia473.jpgUnder the sign of Lybra: olio su tela – cm 37 x 48 di Walter Jervolino, Pesci Ascendente Toro con Luna in Gemelli.
Colpisce in questa Carta del Cielo la netta prevalenza di corpi celesti in Gemelli (Luna, Urano, Marte, Saturno) rispetto a quella pescina, che si esprime unicamente attraverso il Sole. Ne deriva una personalità composita e sfaccettata, fortemente influenzata dal Primo Quarto di Luna, con alcune evidenti contraddizioni, che hanno dato luogo ad un’indole assai originale.

Alla nascita Venere e Mercurio si trovavano in Acquario, al conflitto di Giove in Leone, indizio di una ricerca creativa che spazia, si arrovella, non conosce soste.
Tra le caratteristiche particolari vi è il Sole nel Dodicesimo Segno, i Pesci, collocato sulla cuspide della Dodicesima Casa, in forte contrasto con la Luna: realtà e sensibilità non comunicano così facilmente, esprimendo una dialettica fruttuosa, sempre sofferta e non banale. La scelta del Segno della Bilancia risponde bene al disegno stellare: gli importanti Pianeti posti alla nascita in Acquario e in Gemelli emettono energie ariose che sollecitano il terzo Segno d’Aria, la Bilancia. Nella quale si trova il creativo ed immaginifico Nettuno, Signore dei Pesci, che risultano interpretati con grande intensità. L’Acquario è d’obbligo, considerando che al momento della nascita dell’artista due Pianeti scintillanti come Venere e Mercurio si trovavano proprio in quel Segno. Quale miglior presagio?

Tratto da: Zodiaco, Segni, Sogni, Simboli, Davico – Edizioni di Smens
(Ritratti astrologici degli autori a cura di Grazia Mirti)