L'Acquario, un bambino stellare!

Acquairobimbi.jpgQuando si considera che i bambini di oggi saranno gli adulti di domani, e che quindi controlleranno e influenzeranno il futuro, ci si rende conto dell’importanza non soltanto di comprendere questi bambini, ma anche di educarli nel modo migliore e di prepararli per un mondo che sta cambiando più velocemente e più significativamente di quanto sia mai accaduto in precedenza.
Il bisogno di essere illuminati ora e nel futuro è critico. Osservando questi bambini, si può avvertire che da essi emana uno splendore e una qualità di aspettativa e di consapevolezza. Ciò in parte è dovuto a un migliore livello di salute e di istruzione, a sistemi meno restrittivi di educazione che permettono al bambino di fiorire più presto alla vita.

E’ anche risultato delle energie della Nuova Era dell’Acquario che incominciano ad essere avvertite. In questo contesto il bambino che abbia il Segno dell’Acquario fortemente rappresentato nel suo oroscopo, e quindi nel suo carattere, sarà potenzialmente in grado di avvantaggiarsi di queste energie e di usarle costruttivamente. Ciò non contribuirà necessariamente a rendere facile la vita dei genitori né degli insegnamenti dei bambini dell’Acquario – come già detto in precedenza il Segno è dominato da Urano, per cui il cambiamento e l’abbandono delle strutture convenzionali sembra inevitabile. Questi giovani richiederanno un approccio progressivo e anticonformista sia per quanto riguarda l’educazione, sia per l’istruzione. Se non l’ottenessero, con l’evoluzione lo conquisteranno con la rivoluzione.
Quando si osservano i bambini, il Segno in cui si trova la Luna appare a volte in modo più manifesto che non il Segno del Sole e dell’Ascendente. La Luna è il lato istintivo, e nel bambino si manifesta sovente la tendenza di percepire l’ambiente, secondo le caratteristiche del Segno in cui la Luna si trova. Le qualità Acquariane sono comunque molto pronunciate ed evidenti nel bambino in quanto non sono ancora modificate dal condizionamento della società e dell’ambiente.
La prima e la più notevole qualità dei bambini dell’Acquario è la loro insolita intelligenza. Spesso sono brillanti, come il bambino prodigio Mozart che componeva musica all’età di cinque anni, ma anche se sono normali hanno un approccio mentale anticonformista fin dalla più tenera età, che può essere preso come sintomo di eccezionalità da genitori perplessi. Essi sono ansiosi di imparare e trovano eccitante e vario tutto ciò che li circonda. Come se fossero nati con le antenne, si sintonizzano su ogni fonte di sapere nutrendosi di informazioni di ogni tipo. Tutti gli Acquariani vivono proiettati verso il futuro e i bambini non fanno eccezione, perché c’è in loro una piccola qualità adulta anche dall’infanzia. Sembra che trovino frustrante dover passare attraverso il periodo della fanciullezza con tutte le sue restrizioni di statura, di forza fisica, di dipendenza e di ineguaglianza. E’ possibile che un giorno un bambino Acquariano particolarmente volenteroso organizzi un Movimento per la liberazione dei bambini! In realtà i nativi dell’Acquario devono passare attraverso la fanciullezza come ogni altro essere umano, ed anche se essi talvolta ritengono di poter entrare nel mondo come adulti onorari, i loro genitori dovrebbero incoraggiarli a godersi in pieno i loro primi anni, perché essi saranno portati a uscire dall’infanzia fin troppo presto. Infatti il loro orientamento è intellettuale, ed essi possono perdersi facilmente nel mondo immaginario; dovrebbero essere quindi spinti all’esercizio fisico tutte le volte che sia possibile.
Dominati dal Pianeta Urano, i giovani Acquariani dimostrano una imprevedibilità che può essere esasperante per gli adulti. L’ostinazione può farli sembrare a volte ottusi, ma se si ragiona con loro e se li si tratta come mini adulti, saranno molto più facili da trattare. Tutti i bambini hanno bisogno di comprensione, ma il bambino dell’Acquario, più degli altri, assorbe una quantità di informazioni maggiore di quanto ci si aspetti.
La madre di un bambino dell’Acquario può irritarsi con il ragazzo che memorizza facilmente ciò che gli interessa, mentre diventa smemorato quando si tratta di faccende quotidiane. Ciò non significa che egli sia incapace di attenzione, ma soltanto che la sua concentrazione si dirige verso certi argomenti e non altri. La mente di un giovane Acquariano rassomiglia a un computer che cataloga alcune informazioni come ‘non essenziali’. Si dimentica spesso di prendere il cestino della colazione per la gita scolastica che mamma gli ha amorevolmente preparato la sera precedente!
L’anticonformismo degli Acquariani adulti si presenta nei bambini in modo riflesso. E’ una caratteristica dei bambini dell’Acquario avere idee molto più decise sulla loro futura carriera di quanto non ne abbiano la maggior parte degli altri bambini. Non sappiamo in quale misura queste decisioni siano in effetti mantenute, ma certamente c’è in loro una determinazione che li spinge a scegliere quello che vorrebbero fare fin dall’infanzia. E’ soltanto quando le complicazioni del vivere si rivelano che le scelte precoci si modificano.
Quanto è stato detto indica la linea di condotta che i genitori di un bambino dell’Acquario dovrebbero tenere. Le parole di Kahlil Gibran nel suo libro ‘Il Profeta’, dovrebbero essere meditate, a questo proposito. Altri bambini possono restare nel nucleo familiare più a lungo (non che questo sia necessariamente desiderabile, perché tutti dovrebbero aspirare a diventare autonomi e non essere semplicemente un riflesso del loro ambiente), ma l’Acquariano ha bisogno di uscire e di realizzarsi prima degli altri. I genitori non dovrebbero ostacolarlo. L’intuizione lo porta a percepire dei problemi che possono sembrare più grandi di lui. Egli osserva il mondo e ne vede gli errori, e ai suoi occhi queste manchevolezze si riflettono sulla generazione dei genitori. Il bambino Acquario si rende conto che tutta l’umanità è una cosa sola e questo atteggiamento influenzerà tutto il suo approccio alla vita. I genitori dovrebbero tener conto di ciò mentre allevano i loro figli Acquariani, perché sarà utile alla comprensione dei loro insoliti pargoli. L’atteggiamento si svela presto quando il bambino si fa facilmente degli amici ed essi sono per lui importanti. Gli sarebbe incomprensibile e probabilmente confermerebbe il suo sospetto sulla intelligenza degli adulti, se gli fosse proibito giocare con un coetaneo di diverso colore o di differente posizione sociale. Essendo i piccoli nativi dell’Acquario intelligenti, ci si aspetterebbe che la loro educazione non costituisse un problema. Ma spesso gli istituti scolastici sono troppo convenzionali per sollecitare il loro interesse. Ove la scelta di una scuola sia possibile, sarebbe opportuno far loro frequentare quelle insolite, progressive e sperimentali. Si potrebbe obiettare che, se l’Acquario è destinato a crescere un po’ strano, non si dovrebbe accentuare questa tendenza, appoggiandola fin dall’infanzia. Sembra d’altra parte importante stimolare il considerevole interesse del bambino nei confronti dello studio, cosa che un insegnamento anticonformista non riuscirebbe a fare. Tra un eccentrico frustrato ed uno che abbia trovato uno sbocco costruttivo alla sua eccentricità sembra meglio, ovviamente, il secondo. Nessun Acquariano ringrazierà i suoi genitori per averlo trasformato in ciò che non è. Nel caso che la scuola convenzionale sia inevitabile, i genitori dovrebbero fornire gli stimoli addizionali di cui il bambino ha bisogno. Molto dell’aiuto che i genitori possono dare dipende ovviamente dagli argomenti per cui egli dimostra interesse; tenendo presente la massima junghiana per cui: ‘I bambini sono educati da ciò che l’adulto è e non da quello che dice. ’
L’Acquariano vede se stesso come cittadino del mondo e quindi la sua educazione dovrebbe essere meno settaria possibile. Questo non è facile quando la maggior parte delle scuole in tutti i paesi si attiene ad un particolare orientamento religioso. Lo standard di insegnamento può essere buono, ma l’orientamento tenderà ad essere unilaterale, il che risulta restrittivo per il nostro bambino acquariano. L’istruzione oggi inoltre si basa sullo spirito competitivo che sprona l’ambizione ma produce anche sfiducia e paura. I giovani Acquariani, ove siano troppo competitivamente stimolati, possono o mettersi sulle difensive, o per reazione diventare aggressivi e sgradevoli. Se la loro educazione è condotta pazientemente in una atmosfera di amore e di comprensione, essi svilupperanno invece un profondo senso di responsabilità e si prepareranno a sviluppare quei valori ideali che vanno oltre l’impostazione materialistica tanto frequente nel mondo contemporaneo. I sistemi didattici odierni mettono tutt’ora l’accento sul nozionismo, sull’allenamento mnemonico, cosa che non si adatta all’Acquariano che ha bisogno di sviluppare la sua disposizione al ragionamento. Sarebbe opportuno insegnargli a pensare per conto proprio, in modo che egli possa scoprire il significato nascosto delle cose. Non gli si dovrebbe chiedere di imparare a memoria le risposte, bensì di fare domande sulle risposte. Uno studio delle discipline psicologiche lo aiuterà a comprendere se stesso e gli altri, a sviluppare il suo intuito, sempre che gli adulti non lo forzino nella stretta misura dell’approccio puramente razionale.
Il bambino dell’Acquario è vivace, precoce, e le energie della Nuova Era Acquariana aumentino e intensificano le caratteristiche del Segno.

Martin Freeman, Acquario, Armenia Editore, 1977

Commenti   

#1 Caterina 2017-11-29 17:45
Regalo copia del libro: Acquario di Martin Freeman. Armenia Editore - anno di stampa 1977
Citazione | Segnala all'amministratore