L'Acquario e Plutone in Capricorno

Acquario 90.jpgPer i nati in Acquario si tratta del Dodicesimo Segno. E’ evidente la contraddizione di una società acquariana pungolata dal Grande Vecchio degli Inferi: i miti e le utopie si sfaldano, illusioni nettuniane e sogni uraniani lasciano il posto ad una realtà molto differente. La facile ricchezza, l’improvvisazione, l’emergere repentino dell’anonimato, il mito di solidarietà e amicizia fallito. Plutone non accetta intermittenze di energie, punisce le bolle uraniane dell’economia basata sul nulla, va a fondo di abitudini pericolose, sancisce il declino di una società basata sull’effimero. Così come aveva senza battere ciglio preparato la ghigliottina di fine ‘700. Registra malattie sempre più strane, spesso connesse a cibo, abitudini, abusi costanti. Riporta l’ordine del passato in una società che fa fatica nell’accettarlo. E’ il dramma dei giovani riuniti in gruppo, allegati come principi e destinati a vivere miseramente, in una società nella quale Plutone rafforza la spinta di Saturno a divorare i suoi figli. Auto ed energia ne risentono, stiamo da tempo assistendo al declino del mito del XX secolo: il volo, i jet si sono trasformati in tram affollati nell’ora di punta. I nuovi brevetti saranno accettati solo dopo attenta verifica, l’arte moderna subirà un’attenta analisi critica.

Immagine: Litografie dei 12 Segni Zodiacali, Salvador Dalì, 1967

Acquario, James Bond Zodiacale!

AcquarioSW.JPGIl crimine acquariano si consuma nello spazio, in una guerra tra astronavi. Può esprimersi in una folgorazione elettrica, nello stritolamento di un cancello elettronico, non conosce limiti alla fantasia tecnologica. Le avventure di James Bond possono interpretarli magnificamente! La fantasia uraniana al servizio di una società che osserva il crimine con occhio, lo analizza, lo decompone, non se ne meraviglia, come se costituisse l’unica strada di offesa e di difesa.

Acquario&Tempo Libero!

Acquario 300.jpgIl concetto di libertà e quello di amicizia si esprimono nel modo migliore in chi ha visto la luce nel Segno dell’Acquario. Il tempo libero costituisce in questo caso tutto ciò che è disponibile, nel senso che difficilmente un Acquario può fare le cose per costrizione o per semplice ambizione. Ogni strada scelta nella vita viene scelta anche per libertà e per desiderio di evasione dal consueto, nel desiderio di comportarsi come se il tempo libero fosse la vita stessa, quello occupato ciò che resta. La visione della vita tipicamente acquariana è così originale, tecnologica, fuori dal comune da meravigliare molto chi non abbia dimestichezza con questo Segno, che si dedica alla musica, alla grafica, alla tecnologia con lo stesso spirito che altri Segni dedicano al lavoro quotidiano.

L'Acquario nel 2015: Una ne fa e cento ne pensa…

Acquario109.jpgForte sprint caratterizza l’inizio del 2015 dei nati in Acquario: Marte infatti danza nel segno, con occasioni private e mondane, anche dovute a prese di posizione non proprio conformiste, come piace fare ai rappresentanti di un segno che è governato da Urano, maestro in tecnologia e in informatica, amante profondo della sua libertà personale. Proprio nei giorni di fine 2014 Marte in Acquario si oppone esattamente a Giove in Leone, creando l’occasione di alcune non modeste tensioni anche a livello internazionale, con forti reazioni delle minoranze di poveri e derelitti.