Il gioco dell’imitazione!

Turing 0"Possiamo vedere solo poco davanti a noi, ma possiamo comunque vedere che c'è molto da fare"
(Alan Turing - Computer e intelligenza)

Il nostro protagonista è un giovane matematico con l'hobby della corsa e della crittografia, una delle menti più geniali del '900. Appena trentenne gli capitò di dare un contributo fondamentale per sconfiggere Enigma, l'impossibile codice segreto nazista, infliggendo un duro colpo al Terzo Reich.
Lo ritroviamo poco più che quarantenne ma ormai non è più lo stesso uomo, forse non è neanche più soltanto un uomo, il suo corpo è cambiato assumendo caratteristiche femminili, ma si tratta di una trasformazione che non ha cercato. Lo cogliamo nell'atto di mordere una mela stregata che lo farà cadere in un sonno profondo. Nessun bacio spezzerà questo incantesimo.

Un epilogo da favola nera, frutto di ciò che potremmo definire come una serie di eventi imprevedibili.

L'Enigma di Bletchely Park
Sbaglierebbe chi pensasse che la guerra contro la Germania nazista si sia vinta solo in luoghi epici come le spiagge della Normandia. La verità è che anche il D-day forse non sarebbe stato un successo se un'altra battaglia non fosse stata vinta, una battaglia di codici misteriosi combattuta in un luogo insospettabile da un ancor più insospettabile contingente di cervelli.
Bletchely Park è una bizzarra villa vittoriana a 75 km da Londra, è qui che a fine estate del 1939 (appena 24 ore dopo l'entrata in guerra dell'Inghilterra) viene convocato un gruppo alquanto singolare di personaggi, col compito di rendere innocua una delle più insidiose armi di Hitler: Enigma. Questa delicata missione, di cruciale importanza strategica, è affidata ad una trentina di esperti dalle competenze quantomeno eterogenee: ci sono linguisti, storici, archeologi ma anche campioni di scacchi e assi dei cruciverba, ci sono pure un paio di matematici e fra questi lui, il più strano di tutta la brigata. Alan Turing all'epoca ha solo 27 anni, è un brillante logico matematico con qualche eccentricità: sportivo compulsivo che macina oggi giorno chilometri e chilometri di corsa volando su gambe instancabili; può capitare anche di vederlo passeggiare con nonchalance in maschera antigas, per proteggersi dai pollini che gli causano allergia; va a letto in compagnia di un adorabile orsetto di peluche. Malgrado la giovane età tutti a Bletchely Park lo chiamano il prof.
Ogni giorno alla villa arrivano pagine e pagine con centinaia di messaggi incomprensibili, flussi di testo criptati con il codice più astruso mai concepito; sono comunicazioni naziste intercettate via radio e decifrarle sarebbe il compito degli esperti convocati a Bletchely. Nessuno però sa da dove cominciare.
L'impossibilità nel decriptare questo metodo di cifratura risiede proprio nella natura e nel funzionamento di Enigma. Si tratta di un marchingegno apparentemente simile ad una ad una macchina da scrivere, composto da una tastiera e da una serie di lettere luminose; quando si digita una lettera si accende contemporaneamente il carattere cifrato corrispondente, in questo modo si può criptare e decriptare ogni messaggio usando la stessa attrezzatura. In realtà gli inglesi sanno benissimo come funziona Enigma, ne hanno perfino un esemplare, trafugato ai nazisti, eppure non sono assolutamente in grado di violare il codice. Perché? Il cuore di Enigma è una serie di dischi detti rotori, ad ogni digitazione il carattere viene cifrato più volte passando per ognuno dei rotori, i quali poi gireranno ad ogni digitazione successiva seguendo un ordine prestabilito. Senza entrare nei dettagli tecnici possiamo dire che le variabili in gioco arrivano a toccare la cifra scioccante di 10 alla sedicesima (dieci milioni di miliardi di combinazioni possibili!). Per decifrare un messaggio bisogna quindi conoscere esattamente come è stata impostata la macchina Enigma che lo ha inviato, conoscere cioè la chiave di cifratura. Come se non bastasse i nazisti cambiano le chiavi di cifratura ogni giorno, ci sono quindi solo 24 ore di tempo per tentare l'impresa impossibile, scadute le quali tutti gli sforzi fatti sono inevitabilmente vanificati.
A Bletchely Park tutti perdono notti insonni riempiendo taccuini e quaderni fitti di conteggi per cercare di battere in intelligenza Enigma, Alan Turing invece adotta un approccio diverso: secondo lui la macchina può essere sconfitta solo da un'altra macchina, e sarà lui a costruirla. È così che partendo da un prototipo polacco Turing assembla un gigantesco marchingegno dal peso di una tonnellata che è composto da 36 serie complete di rotori simili a quelli di Enigma, che girano incessantemente decriptando i codici nazisti con una velocità che nessuna mente umana potrebbe eguagliare. Presto vengono costruiti oltre duecento esemplari di Bomba, questo è il nome della macchina, che lavorando in contemporanea sono in grado di processare e decriptare tutte le comunicazioni segrete tedesche. Enigma è stata infine sconfitta. Non c'è bisogno di sottolineare quale importanza strategica ebbe il lavoro del gruppo di Bletchely, e di Turing in particolare, ai fini degli esiti della guerra. Secondo alcuni la decrittazione di Enigma velocizzò la caduta del Terzo Reich di almeno due anni, permettendo di risparmiare qualcosa come 14 milioni di vite! Si tratta ovviamente di calcoli puramente teorici, che servono però a far capire l'importanza dell'impresa.

La Casa dei Segreti
Turing nasce a Londra il 23 giugno 1912 alle ore 02:15 (l'orario ha un'alta valutazione di affidabilità secondo la scala di Rodden su astro.com).

Turing 1
Alan è nato nel primo grado del Cancro, non ci deve stupire che il padre del computer moderno appartenga al segno governato dalla Luna, che ricorre con una certa frequenza negli informatici (come segnalato da anni da Ciro Discepolo). Se ci concediamo di rifletterci capiamo subito che c'è un collegamento simbolico evidente fra il computer e la Luna: non è forse il computer innanzitutto un'estensione della nostra memoria? (Luna=memoria) Non è forse lo strumento moderno attraverso il quale gestiamo e manipoliamo la nostra immagine pubblica? (Luna=immagine) E non è forse lo schermo del pc uno stagno cancerino davanti al quale passare notti insonni?
L'Ascendente Gemelli ben si accorda con la mente brillante, la passione cinetica per la corsa e lo straordinario umorismo del personaggio che stempera la naturale timidezza cancerina. Mercurio, che governa l'Ascendente, ha una declinazione elevata che lo identifica come out of bounds, l'intelletto si esprime quindi fuori dai limiti (del consueto, del conosciuto, del possibile) e questo ci pare abbia contribuito non poco nel permettere a Turing di divenire padrone di un linguaggio inaccessibile.

"Turing aveva una grande predilezione per lavorare su qualsiasi argomento divergendo dai princìpi stabiliti."
(Maurice Wilkes - Computers then and now)

Il tema natale in sé presenta una struttura inconsueta. Pochissimi gli aspetti maggiori: tranne lo stretto sestile Luna-Marte individuiamo un trigono Urano-Saturno che ci pare però scarsamente incisivo (perché si configura fra astri particolarmente lenti che si trovano per di più in elementi differenti, trattasi quindi di un aspetto fuori segno) e, volendo, una quadratura Luna-Nettuno che tuttavia supera i 6º di orbita. Troviamo però diverse congiunzioni fra i pianeti personali, tutti sotto il controllo invisibile di Plutone, distribuiti fra Gemelli e Cancro a formare un nutrito stellium in 2ª Casa.
Anni fa ebbi l'occasione di ascoltare Grazia Mirti definire la 2ª come "la Casa dei segreti", all'inizio rimasi stupito da questo concetto che non avevo mai incontrato nei miei studi, quantomeno non espresso in questo modo, mi bastò però soffermarmici un attimo che capire quanto fosse lampante la veridicità dell'affermazione e per rimproverarmi la cecità di non esserci arrivato da me (non sono del resto i valori della 2ª Casa cose preziose, da custodire gelosamente mettendoli sotto chiave?). Senza dubbio Turing col suo stellium in 2ª ben rappresenta questa opzione interpretativa, tutta la sua vita ha a che fare col segreto! Segreti quelli contenuti nei messaggi cifrati da Enigma, segreto il suo inestimabile contributo alla guerra (come quello di tutto il gruppo di Bletchely Park), segrete o quantomeno sottovalutate gran parte delle geniali intuizioni della sua breve vita, segreti gli amori omosessuali che lo portarono verso i terribili eventi che fra poco ci toccherà di raccontare.
Urano è perfettamente congiunto al Medio Cielo, a segnare il destino di realizzarsi con genio tecnico e precursore (essendo Urano collegato a tutte quelle tecnologie che, come dice il sociologo Domenico De Masi, hanno iniziato sostituendo i cavalli per poi passare a sostituire l'uomo). La Luna Nera anche si trova sul medesimo grado, rivelando il tormento di chi non è mai soddisfatto dei traguardi raggiunti e fatica a vederli riconosciuti. Dobbiamo poi dire che al livello simbolico il tutto è fin troppo esplicito: ci troviamo infatti in Aquario, segno d'Aria e quindi affine alla comunicazione, che in questo caso viaggia via etere, attraverso congegni tecnologici uraniani che trasmettono messaggi criptati e decriptati dalla Luna Nera.

"Lilith è legata a tematiche relative al mistero: tematiche sia appartenenti agli ambiti delle Scienze Occulte, sia a cose segrete, che per mille ragioni, nel bene o nel male, non possono essere divulgate."
(Rino Maneo - Lilith, memoria ancestrale di un futuro proibito)

Saturno è il primo pianeta che si leva sopra l'orizzonte (in zona Gauquelin), secondo Barbault questa posizione fa gli "uomini di scienza e di studio" con riferimento specifico anche ai matematici. Ri scontriamo poi che Saturno sopra l'Ascendente identifica anche quelli che inspirano nel prossimo una certa soggezione, e Turing probabilmente può essere inserito in questa casistica.
Marte in 4ª già prefigura con quale moneta verranno ripagati i servigi resi alla patria…
Osserviamo anche la Luna Nuova Prenatale, che si presenta tutta incentrata sul segno dei Gemelli. La situazione degli aspetti resta rarefatta. Lo stellium in 12ª aggiunge una nota di gravità e qualcosa di imponderabile. Nettuno all'Ascendente conferma l'idea di un personaggio difficile da mettere a fuoco, portato fatalmente verso un cammino di sacrificio.

Turing 2
Il Gioco della Previsione
Alan Turing è arrivato sul grande schermo col volto di un altro Cancro, Benedict Cumberbatch, che lo ha impersonato nel film del 2014 The Imitation Game. Il titolo si ispira ad una delle molte intuizioni geniali del matematico britannico, che teorizzò un test (conosciuto appunto come test di Turing) col quale poter verificare se una macchina sia in grado di pensare; il fulcro del test consiste nell'accertare la capacità di un'intelligenza artificiale di farsi passare per umana, attraverso il gioco dell'imitazione.

"Un computer può essere definito intelligente se riesce ad ingannare una persona facendole credere di essere umano."
(Alan Turing)

Ma il film parla anche dell'amaro destino che si abbatté su Turing dopo le imprese di Bletchely Park, imprese per le quali fra l'altro non fu mai celebrato, dato che tutta l'operazione di decrittazione del codice Enigma fu secretata dal governo britannico.
Il destino di Alan Turing arrivò ad una svolta drammatica il 31 marzo 1952. Quello su cui ci interrogheremo in questa sede è se questo evento fosse astrologicamente prevedibile, ovvero se vi fossero segnali celesti sufficienti da annunciare un tale drammatico destino.
La tradizione astrologica prevede l'utilizzo contemporaneo di più tecniche previsionali, sancendo implicitamente come nessuno strumento da solo sia sufficiente per formulare un pronostico totalmente affidabile. Passeremo quindi la nostra data X al vaglio delle più utilizzate tecniche dell'astrologia moderna:
• Transiti
• Rivoluzione Solare
• Tema Progresso

Ma cosa è avvenuto il 31 marzo del '52?
Turing lavora da qualche anno alla Manchester University, dove porta avanti i suoi studi sempre all'avanguardia. Accade che un giovane amante decide di dileguarsi rubacchiando qualcosa in casa del matematico, quando la vicenda arriva alle forze dell'ordine questi però arrestano Turing, in ragione della sua relazione omosessuale, si tratta di un'accusa molto grave. Viene condannato ad un anno di reclusione con l'alternativa di sottoporsi alla cosiddetta castrazione chimica, Turing per scampare al carcere e poter continuare a dedicarsi al suo lavoro accetta la terapia. È l'inizio di un calvario.

Turing 3
Osservando l'insieme dei transiti notiamo immediatamente che il punto più sollecitato è la Luna (congiunta al Nodo Sud in Bilancia/6ª Casa). Una serie di astri si fronteggiano fra Bilancia e Ariete, bersagliando il luminare: Saturno e Nettuno per congiunzione; Sole, Mercurio e Giove per opposizione.
Del resto proprio la Luna natale si rivela spesso come un punto particolarmente sensibile ai transiti, rappresentando in un certo senso il nostro ventre molle, se non addirittura un vero e proprio punto debole. Tenendo presente poi il ruolo della Luna come naturale significatore dell'immagine pubblica e della reputazione capiamo bene l'impatto della vicenda, scandalosa per i tempi, sulla rispettabilità e la credibilità di Turing.
Se tuttavia consideriamo le orbite del vari transiti ci accorgiamo che quello più esatto è il passaggio di Urano su Mercurio (governatore dell'Ascendente) che si pone in quadratura, ma guarda un po', alla Luna. Va detto che Urano sta già da anni passando in rassegna i valori che Turing ha tra fine Gemelli ed inizio Cancro.

Turing 4

La rivoluzione solare del '51 (domificata per Manchester) ci colpisce a prima vista perché presenta alcune analogie col cielo di nascita: Saturno all'Ascendente e l'accoppiata Urano-Luna Nera al Medio Cielo, Giove al Discendente e l'asse nodale fra 6ª e 12ª. Il Sole al Medio Cielo di Rivoluzione solitamente promette occasioni di visibilità, un tipo di visibilità piuttosto scomoda in questo caso specifico, data la vicinanza insidiosa della Luna Nera che fa emergere un lato della vita tenuto nascosto. L'Ascendente di rivoluzione che si va a collocare nella 5ª Casa di nascita ci deve stupire fino ad un certo punto: la vita amorosa in effetti viene alla ribalta, seppure in un modo non voluto che comporterà addirittura esiti giudiziari (siamo nel segno della Bilancia). La mancanza di prudenza nel gestire la vita privata e le frequentazioni supponiamo si possa invece ravvisare nella stretta congiunzione Venere-Plutone in 11ª.
Ben più esplicita la rivoluzione del '52, avventura a pochi mesi dal fattaccio, presumibilmente ancora nel pieno delle ripercussioni processuali. La presenza di sei astri fra 7ª (legge) e 8ª (perdita) necessita credo di ben pochi commenti, come pure l'Ascendente annuale in 6ª Casa di nascita, dato che oltretutto la pena inflitta finisce per coinvolgere direttamente la salute.

Turing 5

Il tema progresso si distacca per quaranta giorni dal cielo di nascita ma, al contrario di quest'ultimo, è ricco di aspetti. A colpire però è che le cose veramente interessanti emergono invece nel tema progresso dell'anno precedente, che presenta una grande croce mobile formata dalla Luna al Medio Cielo, Giove e Saturno rispettivamente sulle cuspidi 6ª e 12ª e la congiunzione Mercurio-Marte al Fondo Cielo. Dall'ottica delle progressioni pare quasi che momento decisivo quindi non sia quello dell'arresto, quanto piuttosto il trasferimento di Turing all'università di Manchester. Possiamo solo supporre che, in un certo senso, fu proprio tale cambiamento di ambiente (e quindi di abitudini e frequentazioni) ad azionare la catena di eventi che avrebbe portato poi all'arresto, ma siamo ovviamente solo nel campo delle pure speculazioni mentali.

Abbiamo passato in rassegna le tecniche previsionali più comunemente usate, limitandoci ad evidenziare velocemente le indicazioni che ci sono parse più evidenti (ma sicuramente il lettore ne avrà colte altre, seguendo la sua personale formazione astrologica e sensibilità interpretativa). È giunto quindi il momento di tornare alla nostra domanda iniziale: erano oggettivamente prevedibili con i mezzi dell'astrologia gli eventi che scossero la vita di Turing nell'estate del '52? La risposta più onesta ci parrebbe un timido "nì".
Certo l'astrologia del giorno dopo, quella che a cose fatte ci spiega il perché e il percome di ogni evento, come fosse tutto lampante e scritto a caratteri cubitali nel cielo, è un'impresa che non può mai fallire. Ma la previsione è un'altra cosa dato che, sembra superfluo doverlo sottolineare, dovrebbe appunto avvenire prima… un altro paio di maniche. E anche nel campo della previsione propriamente detta ci sono da fare le opportune distinzioni: perché un conto è prevedere gli esiti di una questione già delineata -È il momento giusto per concludere questo affare? Ci sono prospettive per questa storia d’amore? - domande che l'astrologo preparato può e deve saper affrontare, altra storia è prevedere l'imprevedibile, mi si passi l'inevitabile gioco di parole.
Ponendo la questione in altri termini: possiamo onestamente affermare che, forti dei mezzi messi a disposizione dell'astrologia, avremmo potuto pronosticare ad un Alan Turing quarantenne la bufera improvvisa che stava per abbattersi sulla sua vita? Suvvia, siamo seri.
Benché i transiti fossero numerosi ed indicativi, potremmo davvero definirli "parlanti"? Termine fin troppo abusato nell'infallibile astrologia a posteriori. E per quanto il ritorno solare presenti innegabilmente allusioni significative, chi di noi può affermare che tutto vi sia scritto nero su bianco? Per non parlare del tema progresso, che centra incredibilmente l'evento cruciale ma con uno scarto temporale di circa un anno!
Dobbiamo credo avere il coraggio di ammettere che c'è una differenza fra la previsione astrologica vera e propria e le rassicuranti spiegazioni a cose fatte, la stessa che passa fra una diagnosi e un'autopsia.
Il lettore spero saprà perdonare le mie provocazioni, la tentazione di scuotere qualche granitica certezza è troppo forte e io non ho mai saputo resistervi.
Pur non avendo assolutamente nulla contro quella che potremmo definire la nobile arte di prevedere il passato, che io stesso spesso pratico con rassicurante soddisfazione, credo dovremmo tenere ben presente che la previsione [dell'imprevedibile] è ben altra cosa. L'analisi a freddo è senza dubbio un esercizio confortante, c'è sempre un transito a cui appellarsi, una tecnica da tirare in ballo, il punto però forse sta nel divenire sufficientemente bravi dal saperle notare tutte queste cose prima… sempre che sia possibile.

Come Biancaneve
Ma torniamo al finale della nostra storia. Turing ha 42 anni, gli effetti della castrazione chimica, ovvero della pesante cura ormonale, cui è sottoposto hanno drammatiche ripercussioni sul suo corpo e sulla sua psiche: la barba smette di crescere e curve femminili fanno la loro comparsa, scompare invece il desiderio sessuale (questo è lo scopo della terapia), Alan scivola pian piano verso la depressione. L'8 giugno del 1954 Turing viene trovato morto nel suo letto per avvelenamento da cianuro. Il rinvenimento di una mela morsicata accanto al corpo dà vita alla leggenda secondo la quale il matematico si sarebbe ucciso col frutto avvelenato, come in una fiaba (a dire il vero nessuna analisi di laboratorio fu condotta per confermare questa tesi). A dimostrare la forza suggestiva di tale immagine c'è l'opinione comune che il famoso logo della Apple, raffigurante appunto una mela morsa, sia un omaggio -in codice ovviamente! - a Turing, padre della scienza informatica e dell'intelligenza artificiale.
Sua Maestà Elisabetta II concesse il perdono reale ad Alan Turing la vigilia di Natale 2013 (sì, avete letto bene), con circa sessant'anni di ritardo e il patrocinio di Giove di transito sui valori Cancro del matematico. Un perdono peraltro del quale lo stesso Turing non avrebbe sentito la necessità, dato che la sua difesa al processo per omosessualità fu semplice e lucidissima: "Nulla scorgo di male nelle mie azioni" e neanche noi.

"Per conto del governo britannico, e di tutti coloro che vivono liberi grazie al lavoro di Alan, sono orgoglioso di dire: ci dispiace, avresti meritato di meglio."
(Gordon Brown)

Graziano Vagnozzi, Relazione presentata al XVII Convegno Astrologico Torinese
Torino, 3 giugno 2017