E' arrivata l'Agenda Astrologica 2017!

Agenda 2017 2.jpgCare Amiche e cari Amici delle Stelle,
un nuovo anno giunge alla fine ed è sempre bello potervi salutare e comunicarvi il nostro affetto quando il brindisi di Capodanno si avvicina e la nuova Agenda ormai stampata giunge tra le mani di tutti noi. Quest’anno abbiamo pensato di affidare la stampa della nostra creatura alla tipografia. Ci auguriamo che questo piccolo grande cambiamento riscuota la vostra approvazione: il cammino comune destinato a durare 365 giorni ci sembra così più nobile e degno il far parte, sia pure per un solo anno, della biblioteca di tutti noi. Qualche lettore ci dice che tiene l’Agenda sul tavolino da notte, altri che la utilizzano per verificare la fase lunare e scoprire dove si trovano Venere, Mercurio e Marte.

Donald Trump o Hillary Clinton?

Donald Trump riuscirà a diventare presidente degli Stati Uniti? Marte all’Ascendente giustifica il colore dei capelli e l’aggressività verbale, Mercurio in Cancro il placet che riceve dalle folle americane grazie anche al confronto con la Sibling Chart (fondazione degli Stati Uniti). Non piace affatto la congiunzione Venere/Saturno in Cancro che equivarrebbe a danni simili a quelli prodotti da George W. Bush. Lilith e Luna al Fondo Cielo non lo predispongono a una buona immagine ne’ a un felice confronto pubblico con il popolo americano. Se aggiungiamo che Saturno sta transitando in Sagittario e colpisce entrambi i suoi Luminari è evidente che un’eventuale elezione avverrebbe in una fase poco propizia per lui, che deve ancora affrontare la doppietta Saturno/Marte in Sagittario tra agosto e settembre.

Lunaria e Stellaria: affinità celesti in giardino!

Lunedì 11 aprile.
Il primo, insistente cuculo è finalmente arrivato in giardino, puntuale come tutti gli anni.
Lo si sente lontano e poi immediatamente più vicino: vuole essere ben sicuro di stupire. Questa primavera le rondini sono state pochissime, purtroppo sempre più rare e minacciate, mentre per il 20 del mese, come tutti gli anni, dai tropici africani sono attesi gli usignoli. Li aspetto con tanta gioia e un po’ d’ansia: ritorneranno? Nell’orto, tra i vecchi muri e ai bordi della vasca, lucertole, rane e salamandre hanno da qualche giorno fatto il loro annuale outing e lentamente, ma ahimè inesorabilmente, si sono risvegliate anche chiocciole e lumache…
In questo momento il giardino (con alcune vistose eccezioni, glicini in testa) è soprattutto fatto di piccole cose, di presenze discrete, vegetali e animali, di un brulicare frenetico ma ancora sommesso e leggero. A cominciare dai sottoboschi, punteggiati in ordine sparso di pervinche, di violette e delle bellissime fioriture viola porpora della lunaria, erba per nostra fortuna spontanea e comunissima, a dispetto del nome un po’ aulico con cui viene normalmente chiamata, quello di ‘medaglia del Papa’.

Equinozio di Primavera!

L’ingresso del Sole in Ariete costituisce un punto di riferimento importante nell’anno astrologico. Gli antichi utilizzavano la carta del cielo corrispondente per stabilire l’andamento dell’anno, dal punto di vista agricolo per l’andamento delle produzioni dell’anno (vedi Guido Bonatti, astrologo ricordato da Dante nella Divina Commedia), collettivo, politico, sociale. Se ci spostiamo in altri luoghi la posizione dei pianeti resta confermata, ma muta la domificazione, cioè la distribuzione delle Case a partire dall’Ascendente.
Colpisce il bellissimo trigono di Fuoco che caratterizza l’attimo fuggente in cui il Sole fa il suo ingresso in Ariete, formato da Urano arietino, Luna leonina, Saturno e Medium Coeli in Sagittario.