L'Astrologia, bussola del viaggio interiore dell'uomo

Astrologi6Gli anziani mettevano in rilievo l’influenza del Sole nel sentimento umano dell’autorità. Nell’Astrologia siderale essi si riferivano al sentimento dell’autorità paterna nell’uomo, ai valori tradizionali, e soprattutto alla sua particolare consapevolezza della più alta, divina qualità di saggezza.
Ma l’Astrologia solare, scienza più limitata, ignora semplicemente il vasto universo che va oltre il nostro Sistema Solare, e perciò soltanto tratta del nostro mondo immediato. Il Sole in questo sistema, significa in primo luogo, la via, la maniera con la quale una persona cerca di imporre la propria autorità sul mondo che la circonda.
La posizione del Sole nel nostro Oroscopo solare mostra la manifestazione esteriore del nostro senso di autorità; cioè come la si cerca di imporre agli altri. La reale posizione del Sole relativa alle costellazioni, indica come si può applicare questo sentimento alle realtà universali.
Se nello Zodiaco il vostro Segno è Ariete, avrete una tendenza espansiva, persino aggressiva nei rapporti con gli altri. Supponendo che voi non siate nati verso la fine del Segno, la vostra vera posizione siderale sarà nei Pesci. Ciò significa che il senso intimo delle influenze universali di autorità dall’alto, il vostro particolare contrassegno di saggezza interiore sarà Pesci. La personalità esteriore di un individuo, determina in larga misura come deve avvicinarsi alle realtà spirituali. Però vi sono tanti livelli di coscienza in ognuno di noi! A livelli profondi, siamo molto differenti dall’apparenza, non perché cerchiamo di ingannare il prossimo, ma perché quei sentimenti che sono di casa nel mare profondo del nostro mentale non sopravvivono in superficie. Sono troppo profondi per essere espressi.
La posizione del Sole, quindi, nel vostro Oroscopo solare, determina il modo con il quale cercate di imporvi sul mondo circostante. Gli altri pianeti di questo sistema devono essere considerati come modificatori delle manifestazioni esteriori della vostra personalità.
La posizione della Luna riflette l’atteggiamento con il quale cercate di imporre la vostra autorità. Marte indica la qualità dell’energia con cui cercate di imporla. Mercurio decide il filtro intellettuale attraverso il quale la fate valere (non la qualità della vostra intelligenza bensì in linea generale la direzione che prende), Venere indica il tipo di sensibilità con cui cercate di imporvi agli altri, tanto in campo artistico e in amore, quanto nel vostro lavoro.
Il Sole, la Luna, Marte, Mercurio e Venere, il ‘circolo interno’ della nostra famiglia solare ed il più vicino alla Terra, rappresenta la natura personale intima. I Pianeti più lontani rappresentano le influenze impersonali sulla natura umana.
La posizione di Giove in un Oroscopo solare indica la qualità espansiva di una persona: se è altruista, filosofa, desiderosa d’affetto, accondiscendente con se stessa.
Saturno rappresenta l’influenza restrittiva: incapacità di agire dinamicamente, incapacità di concentrazione, incapacità di auto-disciplinarsi, tutto ciò che inibisce e limita.
In epoche relativamente recenti sono stati scoperti tre Pianeti: Urano nel 1781, Nettuno nel 1846, Plutone nel 1930. Nella mitologia si accenna a questi tre Pianeti che evidentemente erano già conosciuto anticamente. E’ da supporre che certe civiltà antiche abbiano raggiunto il necessario progresso tecnico che permise loro di essere capaci di osservare questi Pianeti; però nell’Astrologia antica non troviamo nessun riferimento al riguardo.
In qualche lavoro indù si accenna ad un certo Pianeta Mundi che, più tardi, non si nomina più nei trattati di Astrologia. Con questi riferimenti della mitologia antica e più specialmente con gli studi empirici della vita dei popoli, si è avuto un aiuto per determinare l’influsso di questi nuovi Pianeti secondo il loro transito al momento della nascita dell’individuo. Gli astrologi sono stati concordi su tale influsso sulla vita umana.
Urano indica originalità o iniziativa con cui si cerca di imporre l’autorità al modo.
Nettuno nei differenti Segni, indica il canale di espressione che chiameremo sensitività psichica dell’individuo. Se è genuino (o semplicemente emozionale o delusiva) lavora per i rapporti umani.
Plutone, il Pianeta più lontano del sistema solare, è stato l’ultimo ad essere scoperto, e gli astrologi stanno ancora facendo delle congetture riguardo alla natura delle sue influenze. Vi sono dei pareri concordi su tali influenze e cioè che esso sia il canale adatto per le persone che cercano la rigenerazione magari dopo un fallimento o una delusione, o dopo una repressione o esilio. Si deve notare, tuttavia, che Nettuno e Plutone specialmente, nonché Urano, si muovono così lentamente attraverso lo Zodiaco, da sottoporre l’intera generazione alle stesse influenze. Da ciò si può arguire che questi Pianeti lontani fanno sentire più che altro le loro influenze in forma generalizzata. Non agiscono profondamente su di un singolo Oroscopo pur essendo talvolta collocati nelle Case e assumono un aspetto particolare soltanto quando la loro posizione è in rapporto con altri Pianeti.
In effetti è possibile che, sotto questo aspetto, siano stati giustificati gli errori astrologici dovuti alla relazione con le stelle più lontane. Sarebbe interessante sapere se, con dei sistemi astrologici accurati, si potrebbero usare come base i Pianeti anziché il Sole. Se Marte, per esempio, venisse preso come base, vedremo che a determinare la qualità di energia con cui cerca di imprimere la propria autorità sugli altri, sarebbe indicata dal sole che segnala il tipo particolare di fiducia con cui dirigere le energie e il cambiamento nel porle in evidenza, cioè portare gli effetti esterni dei propri sforzi agli sforzi personali interiori. Probabilmente tale sistema svilupperebbe una differente civilizzazione dall’attuale, non potendo disconoscere che, in questo contesto, l’Astrologia occidentale è un naturale sviluppo esteriore della società dove l’uomo è eccezionalmente orientato verso la conquista della natura anziché verso l’armonia con essa. Attualmente questa nostra umanità non considera le realtà universali, ma si preoccupa piuttosto delle apparenze, delle vanità e del come viene considerata dal prossimo.
La personalità, non l’anima esterna, è stata sempre la preoccupazione principale dell’uomo occidentale, ed è interessante notare che, più il Sole si allontana per precessione equinoziale dalle costellazioni, e più questa forma di vita si accentua.
E’ anche interessante constatare che la crescente propensione degli astrologi occidentali per l’Astrologia delle costellazioni, coincide con quello dell’Occidente per le filosofie orientali. Il rapporto dell’uomo con l’universo è lo scopo principale di tali filosofia, ed è anche in Oriente che l’Astrologia delle costellazioni continua ad essere praticata.
Vi è dunque una ragione che spiega l’indirizzo attuale degli astrologi occidentali verso l’Astrologia delle costellazioni, poiché a mano che l’orizzonte mentale si amplia, essi scoprono che i loro sistemi sono troppo limitati.
Si può fare una comparazione, a questo proposito, fra le linee di una carta geografica che serve per consultare delle piccole aree e quelle dell’intero globo terrestre. Nel mappamondo le linee sono generalmente distorte.
L’Astrologia solare ci serve se noi diamo importanza alla personalità umana e specialmente all’aspetto delle personalità che si riferisce al nostro agire autoritario sul mondo. Una volta ampliato il nostro punto di vista, appaiono le divergenze e gli astrologi occidentali che hanno scoperto questi contrasti si dirigono in cerca di aiuto verso l’Astrologia delle costellazioni.
Nel predire il futuro, per esempio, l’Astrologia solare è precisa fino a quando il futuro è determinato dalla nostra personalità, ma se diventiamo consapevoli delle profonde influenze che sono al lavoro dentro di noi, impulsi subconsci, debiti e crediti karmici, ecc, comprenderemo che non affioreremo mai in un superficie per essere identificati con la nostra personalità esteriore.
Non si può ignorare che gli Astrologi occidentali che non familiarizzano con queste influenze, sembrano sempre più consapevoli che esse esistono, e si sentono limitati da una scienza che li confina in un piccolo segmento della nostra galassia – il Sistema Solare. (Sfortunatamente è anche vero che, mentre la crescita della comprensione è facilitata dai sistemi intellettuali, dopo un certo punto quegli stessi sistemi diventano un ostacolo per la futura crescita).
Chi fa delle predizioni è costantemente forzato ad essere elusivo od altrimenti ad esporsi avventatamente. In nessun luogo fra gli astrologi, si trova la sorprendente precisione dell’astrologo indù.
Per esempio, quando Jawaharlal Nehru (che fu primo ministro in India) era ancora ragazzo, predisse, consultando il suo Oroscopo, che un giorno sarebbe diventato marajà dell’India. In questo libriccino ci stiamo quindi occupando del sistema più obiettivo e superficiale chiamato Astrologia Solare, e specialmente dal punto di partenza di questo sistema, dei Segni Zodiacali. Ciò che io ho fatto è stato un ricercare, un esplorare questi segni familiari dello Zodiaco per vedere come possono essere messi in relazione con il discernimento dal quale sono scaturiti. Anziché presentare un’altra analisi dei vari popoli nati sotto Segni differenti, delle loro azioni e reazioni riguardo al mondo che li circonda, ho semplicemente cercato di mostrare come le loro personalità (così importanti per gli occidentali!) possono essere usate per aiutarli, per aiutare Voi ad accrescere la vostra consapevolezza universale.

Esiste al mondo una persona tanto occupata da non trovare mai il tempo per guardare le Stelle nella notte profonda e di non aver mai riflettuto sulla loro enorme distanza e mistero? Uno degli atteggiamenti poetici dell’uomo è proprio quelli di contemplare questa vastità paragonandola alla sua piccolezze, e misurare il tempo cosmico con i brevi minuti della vita con i quali egli cerca di delimitare l’eternità.
Ma se ognuno di noi si soffermasse sull’immensità dei cieli, una più profonda comprensione sarebbe alla nostra portata. In primo luogo, comunicando con l’infinito mistero della creazione, l’uomo comprende la sua insignificanza. La sua pensierosa osservazione, una volta raggiunto il punto-oblio, si trasforma per identificarsi con quella realtà.
Egli sente che in qualche modo è intimamente unito al tutto e che se dovesse tornare ai ragionamenti di ogni giorno, che lo legano al mondo, si sentirebbe confuso. Ciò è dovuto alla sua appartenenza a quel mondo, sola realtà.
Gli atomi del suo corpo, i sentimenti, i pensieri, la consapevolezza, la totalità delle cose è reale solamente come manifestazione di quelle infinite meraviglie.
L’Astrologia ha per scopo altissimo di aiutare l’uomo a diventare sempre più consapevole del sottile legame che unisce tutte le cose, in quanto fanno parte di un intero. Ognuna è reale dal momento che l’intero è reale. L’Astrologia vuol dimostrare l’affinità che esiste fra l’universo oggettivo e l’uomo. Alla consapevolezza delle influenze cosmiche, l’Astrologia cerca di aggiungere e di risvegliare nell’uomo le vibrazioni di solidarietà. Scoprendo in sé questi profondi livelli di risposte, l’uomo può ancora mettere a profitto tali forze, emancipandosi in questo modo da ogni imposizione cosmica. Immergendosi sempre più nella sua natura, l’uomo finisce per scoprire non solo la sua identità fondamentale con l’universo, ma anche a livelli ancora più profondi, apprende a separarsi volontariamente da tale realtà come se fosse un essere più grande di essa.
Può veramente l’uomo dichiararsi più grande dell’Universo? In dimensione, no di certo. La sua grandezza sta nella scoperta che egli ha fatto e cioè che le leggi universali non possono manifestarsi ulteriormente essendo essere stesse i prodotti di quella realtà. Scoprire a livelli più profondi, chi e cosa siamo, è scoprire letteralmente cos’è l’universo, poiché entrambi siamo la manifestazione della sua realtà. Quantunque denominata diversamente, viene riconosciuta dai saggi come Unica Fonte dalla quale scaturiscono le varie forme della creazione.
Il più elevato proposito dell’Astrologia è di assistere l’uomo nel suo viaggio interiore.

Swami Kriyananda, Il segno dello Zodiaco come guida spirituale