Fenomeni spiritici!

Spiritismo 11I fenomeni spiritici si possono fondamentalmente dividere in due classi, definibili come segue:
I fenomeni medianici o fisici. Consistono in contatti con pretese entità mediante una persona che funge da tramite (il medium).
I fenomeni spontanei o psicologici. Consistono in contatti senza intermedia persona, anzi spesso senza alcuna provocazione da parte di chi li riceve.
Quando, nel 1922, Charles Richet pubblicò il suo primo Trattato di Metapsichica, mantenne questa suddivisione, distinguendo però i vari fenomeni in oggettivi e soggettivi: i primi comprendono i fenomeni di natura fisica, i secondi quelli di natura psichica.

I fenomeni medianici o fisici
La Telecinesi. La telecinesi consiste nel movimento di oggetti senza alcun contatto o altra causa fisica; tavoli, sedie, mobili, oggetti vari si spostano e si sollevano da terra senza essere toccati.
Il medium Zbroski, a Varsavia, sollevò con l’energia telecinetica una bilancia automatica del peso di un quintale; il medium Jean Guzik e Daniel D. Home facevano suonare a distanza, rispettivamente, un pianoforte e una fisarmonica. Lo studioso Schrenck-Notzing riferì molti esperimenti; fra questi, notevolissimo il ripetuto sollevarsi dal suolo di un pianoforte a coda, del peso di circa seicento chilogrammi, ottenuto con la medium Kathleen Goligher, descritta nei verbali delle sedute come una debole e fragile signorina!

Il Mondo non è finito nel 2012!

Mamma testaIn occasione dell’anno 2012, che secondo diversi autori avrebbe rappresentato un momento cruciale per il nostro vecchio mondo, feci una ricerca, appassionante direi, relativamente alle molteplici interpretazioni esistenti, quali profezie, previsioni, calendari. Ve la propongo qui, Cari Amici, è uno spunto interessante sia per chi si dedica a questo tipo di ricerche, sia per chi vuole saperne di più, circa curiose coincidenze, dalla numerologia alla preveggenza, che riportano al 2012. Il mondo non è finito, e di questo siamo certamente contenti, tuttavia permane un alone di mistero, attorno a questa data speciale!
Buona lettura, e un saluto in compagnia di questa 'testa esoterica', che da molti anni mi accompagna, con affetto!

La Profezia di Malachia
Il monaco irlandese Malachia (1094-1148), diventato Arcivescovo della sua città natale, Almagh, dopo una lunga vita impegnata a lottare contro i riti celtici paganeggianti, rinunciò a ogni carica e volle tornare semplice monaco dopo una crisi mistica. Si recò due volte a Roma, fermandosi in entrambi i casi a Chiaravalle, dove conobbe Bernardo, l’Abate che ispirò la regola dei Cavalieri Templari. Papa Innocenzo II lo nominò legato pontificio per l’Irlanda.

Bambini prodigio!

Reinc120I casi di nascite di bambini prodigio, dotati di facoltà eccezionali e precoci non riscontrabili nei genitori o in altri antenati, hanno messo i biologi in grande imbarazzo; essi hanno cercato di spiegare tali fenomeni attraverso la teoria delle mutazioni o quella dell’atavismo, ma le loro spiegazioni non soddisfano in ogni situazione. Invece, la teoria delle vite successive può spiegare razionalmente la comparsa di bambini prodigio in famiglie nelle quali nulla faceva presagire la possibilità della loro esistenza. Se si è colta la grande verità alla base della legge di reincarnazione, ossia che l’anima è immortale e trasmigra di corpo in corpo portando con sé le qualità e i difetti acquisiti nelle vite precedenti, è più facile comprendere la nascita, apparentemente insolita, di bambini dotati di qualità geniali in famiglie nelle quali i genitori non escono dalla mediocrità.

Voci Zodiacali!

Voce 55Uno dei modi per conoscere gli altri è anche quello di ascoltarli parlare. Il suono di una voce, le parole adoperate, la maniera di esprimersi, tutto ciò che riguarda le innumerevoli sfumature che una voce può assumere possono farci capire tante cose.
La voce di un nato dell’Ariete è chiara, limpida come l’acqua, ma è l’acqua di un fiume in piena. Il tono impetuoso, entusiasta, infiammato. E’ come se le idee avessero bisogno di uno spazio di più grande e allora le parole straripano, la verità può modificarsi, diventa più bella o più brutta, in una parola esagerata. Il dettaglio diventa fondamentale, la piccola lode un’iperbole.